Le misure del governo colpiscono tutti. Ecco perché

Crollo in arrivo

Ciò che ha deciso il governo sulle chiusure di ristoranti, bar, teatri e cinema, fiere e via dicendo, avrà un impatto devastante sulla vita di tutti noi.

Proviamo a fare esempi pratici :


Ristorante chiuso (non importa se è tutto a norma) Tizio, titolare del locale, solo con i pranzi di lavoro a 10 euro non incassa abbastanza per sopravvivere a lungo… è un problema solo di Tizio? Sembrerebbe di sì. Ma Tizio comprava il pane da Caio e la carne da Sempronio e ne comprava grandi quantità, Caio e Sempronio incassano molto meno senza Tizio…
Tizio faceva lavare le tovaglie alla lavanderia di Giorgia, un buon cliente per Giorgia, ora non più. Tizio una volta a settimana aveva Mario, un cantante, che faceva pianobar, ora Mario non lavora più né da Tizio ne in nessun altro locale… Mario viveva di quello e viveva degnamente, Mario ha 2 figli… Tizio aveva molti altri fornitori che perdono un cliente importante… vini, pasta, formaggi, salumi, frutta, verdura, ora Tizio non compra più nulla… Se va avanti così Tizio avrà bisogno di un aiuto economico… ah, tizio ha 6 dipendenti che ovviamente restano senza lavoro.
Ora torniamo a Mario, il cantante che ha perso tutte le sue serate, Mario non è miliardario, con quello che guadagnava riusciva a fare il giro del mese e a dare qualche piccolo vizio alla famiglia… Mario non reggerà per molto la situazione e Luigi, il padre, gli darà una mano grazie alla sua pensione ma sappiamo bene che le pensioni in Italia sono da fame… Luigi ha molti acciacchi come tutti alla sua età, voleva fare delle sedute terapeutiche, doveva cambiare il materasso che lo fa svegliare a pezzi… non lo farà perché preferisce aiutare il figlio… Clara è una fisioterapista, Giovanni mantiene la famiglia vendendo materassi…
Passiamo ora a Fiona, lei forse non avrà problemi, Fiona è benestante… Fiona andava tutti i sabati a cena da Tizio, le piaceva ascoltare le canzoni di Mario… Fiona, potendosi permettere una vita agiata, tutti i sabati pomeriggio andava a farsi bella, estetista, parrucchiere… per essere bella per la serata al ristorante. Fiona a volte si comprava anche la maglia firmata, la scarpa alla moda, portava a lavare l’auto… ora Fiona, come tutti, non va più al ristorante e non ha la necessità di comprare il vestitino sexy, Lavora in un ufficio e le basta un tailleur e i capelli raccolti in una coda alta… di tailleur ne è pieno l’armadio… ah, Fiona lavora in smartworking da marzo… ovviamente Fiona va molto più raramente da Renata, la parrucchiera e da linda, l’estetista… Linda e Renata hanno molte altre clienti che vanno meno di frequente, pazienza… linda e Renata rinunceranno alla maglietta che piaceva tanto o ad imbiancare casa… Francesco ha il negozio di abbigliamento dove si serviva Linda, Piero è l’imbianchino…


Ricordate Caio, Il panettiere? Ha un figlio neo patentato, Caio non se la sente di mantenere la promessa, con sti chiari di luna meglio evitare la spesa di un’auto nuova… Filomena lavora in linea, fa i cruscotti delle auto, si alza alle 6 e non va mai al ristorante o a fare aperitivo… sono calate le vendite delle auto, Filomena è in cassaintegrazione… ora il Ristorante chiuso di Tizio è un problema anche di Filomena!!!
Potrei continuare all’infinito perché in fondo siamo tutti collegati… ora moltiplicate questo per centinaia di attività di ristorazione, bar, cinema… potete ancora dire che la cosa non vi tocca oggi e non vi toccherà mai?

Se l’economia smette di girare poco alla volta sarà un problema di tutti, una catena infinita che ci porterà al fallimento

fonte: Trovato sul web

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.