Elena Bonzi a 56 anni è una figlia e una sorella attenta, una moglie fedele e paziente, una mamma premurosa, dolce e severa al contempo e ora anche una scrittrice. La sua famiglia è composta da 4 persone ; con il marito Paolo ha due figlie di quasi 16 e quasi 18 anni, Ludovica e Carlotta. Nata e vissuta a Milano da tre anni ha una l Golden retriever di ceppo americano, Summer, che riempie di gioia le sue giornate.

Elena ha scritto un libro molto interessante dal titolo “Milla pastis e il nodo piptico” le chiediamo da che cosa nasce la sua passione per la scrittura e la sua opera:

C’è stato un mio momento, pochi anni fa, in cui il mio carattere sempre solare ha subìto un brutto colpo al lavoro. Si è trattato di un’esperienza triste e dolorosa che mi ha colpita al cuore in profondità. Con i miei genitori, mia mamma Nella mio papà Gianni, gestivamo una profumeria in via Moscova, tutto procedeva a meraviglia. Poi purtroppo papà è mancato e abbiamo deciso di chiudere il negozio.

Da quel momento ho intrapreso diverse attività e in un datore di lavoro col quale ad un certo punto sono entrati in conflitto. Lui ha messo in dubbio la mia professionalità che era sempre stata più che ammirata e rispettata dalla clientela che con mamma e papà abbiamo servito per quasi 30 anni in centro a Milano.
La triste faccenda che mi ha coinvolta è stata vissuta da me come un’ingiustizia , poi mi ha fatto reagire, perché non sono una persona che si arrende, tutt’altro . Dovevo uscire dal periodo triste e buio che stavo vivendo , era ora di dimostrare a me stessa il mio valore e rispolverare la mia autostima . Così è nato il mio libro


La triste faccenda che mi ha coinvolta con quel signore inizialmente è stata un’ingiustizia , poi mi ha fatto reagire, perché non sono una persona che si arrende, tutt’altro . Dovevo uscire dal periodo triste e buio che stavo vivendo , era ora di dimostrare a me stessa il mio valore e rispolverare la mia autostima . Così è nato il mio libro

Ho scoperto la scrittura mentre stavo soffrendo a causa del mio lavoro: un foglio, una biro e ho iniziato. Volevo che fosse un racconto fantasy perché dovevo assolutamente viaggiare nell’’irrealtà perché lo stato reale della mia vita era in quel momento un misto tra arrabbiatura e infelicità. Ho creduto che nell’immaginario avrei trovato un po’ più di sereno e di luce in mezzo alle ombre che mi stavano circondando.

Il libro è rivolto ad un particolare tipo di pubblico?

Quando ho scritto questo libro avevo ben chiaro che il pubblico dovesse essere variegato e coprire quindi tutte le fasce di età. Per questo ho scritto in modo semplice ma anche più profondo .Per questo ho scelto come protagonisti sia adolescenti che adulti .

La protagonista adulta del libro mi somiglia molto , per mia volontà.

Dove è ambientata la storia?

La storia si sviluppa in una Francia immaginaria . Anche questo dettaglio non è casuale . Trattandosi di una scuola di pasticceria e di cioccolateria , ho voluto dedicare al popolo francese i giusti meriti, anche se noi italiani non siamo da meno! Ma volevo rendere il racconto più europeo .

C’è un messaggio più che chiaro che ho rivolto al lettore ed è nella prefazione: non arrendersi mai e credere fortemente in noi stessi. Avere la forza e anche il coraggio di cambiare. Noi possiamo tutto ma dobbiamo volerlo e questo è l’insegnamento che mi ha dato mio padre a cui ho dedicato il mio libro.

Si identifica nella protagonista del libro?

Tutto nel mio libro parla di me. Per chi mi conosce ci sono riferimenti costanti alla mia vita , alle mie figlie, ai miei genitori, amici.
Non è un caso che ci sia tanto verde descritto . Le riflessioni della protagonista adulta sono le mie e gli atteggiamenti dei personaggi rispecchiano i miei.

Grazie per l’intervista e ora presentiamo il suo libro:

Acquista on line

Milla è un’adolescente che conduce una vita normale fino al giorno in cui una torta di mele e un ragazzo misterioso le apriranno le porte di Cavaros, leggendaria scuola di pasticcieri, dove ogni studente sotto la guida di Madameleine, direttrice di quel luogo, imparerà a creare dolci deliziosi con l’aiuto della magia. Catapultata in un mondo fantastico dove la pace regna sovrana, vivrà avventure incredibili affiancata dai suoi compagni di classe: conoscerà la sua prima amica del cuore, parlerà con una ninfa e si imbatterà in un pirata gentile. Ma le giornate tranquille si interromperanno nel momento in cui scoprirà il suo destino.

Manuela Valletti

Di THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.