Dedicato a chi ha piu di 60 anni

Il tuo governo ti vuole morto. Se hai più di 60 anni, i contafagioli ti considerano un peso. Non ti vogliono vivo perché costerai soldi. Quindi resta vivo il più a lungo possibile. E fai incazzare i politici lunatici, miserabili ed egoisti facendogli vedere che ti stai godendo la vita.

Mantieni la tua libertà, dignità, indipendenza, sviluppo personale e senso dell’umorismo.

Resta giovane nello spirito, ricomincia a 65 anni e vivi un’altra vita gratis.

Non lasciarti mai abbattere dai bastardi. (Ci proveranno. Credimi, ci proveranno.)

Ecco la tua guida per principianti all’età avanzata:

1. Attenzione al SSN. È politica ufficiale del governo ignorare i bisogni degli anziani. Da alcuni anni è perfettamente legale che medici e infermieri uccidano chiunque possa essere descritto come “anziano” e quindi considerato un onere costoso e problematico.

2. Avere un carattere sanguigno potrebbe non essere una qualità popolare, ma è, in generale, più una virtù che una maledizione. ‘Non entrare dolcemente in quella buona notte’ scrisse Dylan Thomas in un notevole momento di relativa sobrietà. I sanguigni vivono più a lungo, specialmente se sono abbandonati in uno di quei posti spaventosi che chiamiamo ospedali. Reclama i tuoi diritti e fai più domande che puoi. Fai storie e ricorda a tutti in uniforme o in camice bianco che sei un essere umano. Sii sempre consapevole della tua dignità e del rispetto per te stesso. Indurre le persone a considerarti con più rispetto significherà che sarai trattato meglio.

3. Non lasciare che le persone facciano al posto tuo. Stai parlando al telefono con un ragazzino e lui insiste che prima di andare oltre deve sapere la tua data di nascita. Questo è un modesto cenno in direzione della sicurezza. Gli dici la tua data di nascita. “E’ geniale”, dice il ragazzino condiscendente quando ottieni la tua data di nascita giusta. “Meraviglioso!” dice quando ottieni il codice postale corretto. Piccolo bastardo condiscendente. Se gli inserzionisti vogliono prendere in giro qualcuno, la prima scelta sarà un maschio anziano, bianco ed eterosessuale. Nessun inserzionista oserebbe mai prendere in giro un musulmano, un gay o un ebreo. Nelle chat e nei giochi a premi, i presentatori e gli intervistatori abbassano sempre la voce quando parlano con qualcuno con uno o due capelli grigi. ‘E quanti anni hai?’ loro chiedono. Se l’ospite risulta avere più di 60 anni, l’ospite guiderà il pubblico dal vivo in un applauso. Bastardi condiscendenti. Mi incazzo anche per i college che organizzano corsi speciali per anziani. Riuscite a immaginare la protesta se le lezioni di pittura o computer fossero organizzate per i neri?

4. Tra un quinto e un quarto della popolazione ha ora più di 65 anni. Ma non abbiamo ancora raggiunto quello che io chiamo ‘Picco pensionato’. La cosa buona è che più siamo, più potere abbiamo. Se restiamo uniti possiamo controllare il paese. Ecco a Pensioner Power!

5. Ci sono alcuni vantaggi nell’essere vecchi. Il cancro tende a crescere più lentamente di quanto non faccia nelle persone più giovani, quindi è sicuramente qualcosa che vale la pena aspettarsi. Le grandi e cattive società di servizi non dovrebbero tagliarti fuori. E se vieni mandato in prigione per non aver pagato il dannato canone televisivo, hai molte meno probabilità di essere stuprato o picchiato da una banda. Nessun settantenne sarà la stronza di qualcuno. Picchiare un settantenne non migliorerà la reputazione del duro carcerario.

6. L’ageismo è il volto accettabile del pregiudizio, del bigottismo e della discriminazione. Le persone che non si sognerebbero di esprimere pregiudizi nei confronti di persone di un altro colore o razza esprimeranno piuttosto felicemente opinioni oltraggiose sugli anziani. E i politicamente corretti disperatamente e con determinazione discrimineranno gli anziani senza pensarci due volte. Il sessismo e il razzismo sono giustamente banditi, ma l’età è ora un pregiudizio sponsorizzato dallo Stato. Gli individui che sogghignano agli anziani sono le stesse persone che un tempo schernivano i neri, le donne, gli invalidi, gli omosessuali e gli ebrei. Di’ a chiunque sia colpevole di invecchiamento che è un bigotto prevenuto.

7. Se vivi in ​​una casa di riposo di qualsiasi tipo, ricorda che il personale che lavora nelle case di cura può medicare i detenuti contro la loro volontà e a loro insaputa; drogandoli con tranquillanti e sedativi per renderli meno fastidiosi da curare. Sputa fuori quel maledetto tranquillante o sonnifero se non li vuoi o non ne hai bisogno.

8. Tradizionalmente gli anziani erano considerati depositari di saggezza, conoscenza ed esperienza. Oggi, gli anziani sono considerati dai millennial arroganti come fuori dal mondo e stupidi. Cogli ogni occasione per esporre la loro ignoranza. È stato suggerito che gli over 65 non dovrebbero essere autorizzati a votare. Fai notare che gli over 65 sono più esperti e dovrebbero avere ciascuno due voti.

9. Viene regolarmente suggerito che l’eutanasia per gli over 65 dovrebbe essere ampiamente disponibile. Ricorda ai più giovani che se sono fortunati, anche loro avranno 65 anni un giorno e saranno membri della minoranza oppressa. Fai notare che se viene introdotta l’eutanasia involontaria, non passerà molto tempo prima che l’età consigliata diminuisca.

10. Porta un robusto bastone. Consiglio di portare un bastone anche se non ne hai bisogno per il supporto. I bastoncini sono ottimi per salutare le persone che ti hanno infastidito o ti hanno trattato con condiscendenza.

 11. Rimani fisicamente attivo. Invece di pagare un mucchio di rumeni per lavare la tua auto, compra una spugna e un secchio e fallo da solo. Un gruppo di uomini di 70 anni che si è unito a un programma di esercizi di un anno ha avuto le reazioni fisiche di uomini di 40 anni.

12. Ricorda che i medici spesso commettono errori. Se un medico ti dice che hai una brutta malattia, insisti per un secondo parere. Attenti ai dottori anziani. Ricorda il vecchio che è andato da un medico lamentando un dolore alla spalla sinistra. “Cosa ti aspetti, alla tua età?” chiese il dottore burbero. “L’altra mia spalla ha la stessa età, e questo non fa male”, rispose il vecchio.

13. Non permettere a nessuno di dirti quanto tempo hai da vivere. Più di un quarto di secolo fa mi è stato detto che avevo un cancro ai reni e che avevo sei mesi di vita. Lo stupido bastardo che me l’ha detto adesso è morto.

14. Tieniti fuori dall’ospedale. Ho sentito di ospedali in cui il personale mette deliberatamente i pazienti anziani nei reparti dove gli insetti mortali sono endemici. Se hai bisogno di essere in ospedale, preparati con un sacco di salviette antisettiche perché la maggior parte degli ospedali sono disgustosamente sporchi. Se possibile, fatti portare del cibo decente perché la roba che servono negli ospedali ha il sapore di merda, sembra di merda e probabilmente ti fa tanto bene quanto schifo.

15. Sii scettico sui vaccini. Il vaccino antinfluenzale non funziona bene con le persone anziane, ma i medici di base si sforzano di frustarlo perché fanno una fortuna vaccinando le persone anziane. E diffida anche di altri vaccini. Il vaccino vivo contro l’herpes zoster è molto popolare al momento. Costa al servizio sanitario nazionale circa £ 55 a pop e l’elenco degli effetti collaterali ti spaventerebbe a morte. Uno degli effetti collaterali più preoccupanti è qualcosa chiamato “morte”.

16. La maggior parte delle persone sopra i 65 anni avrà bisogno di occhiali da lettura, anche se quelli adatti a te a 60 anni probabilmente lo faranno per alcuni anni, quindi non farti ingannare dall’acquisto di nuovi occhiali costosi ogni anno. Una volta ho visitato un ottico e mi è stato detto che avevo una degenerazione maculare e avevo bisogno di alcune pillole costose che potevano vendermi. Non avevo la degenerazione maculare e non avevo bisogno delle loro maledette pillole. In un’altra occasione ho fatto esaminare i miei occhi da un diciottenne che ha scoperto che i miei campi visivi erano spaventosamente limitati. Questo sembrava strano. Ho pulito lo schermo con un fazzoletto di carta e gli ho chiesto di ripetere il test. Stavo bene.

17. Tra un quarto e la metà di tutte le operazioni non sono necessarie. La maggior parte degli interventi al cuore non è necessaria. Se vedi un chirurgo, probabilmente ti consiglierà un intervento chirurgico, allo stesso modo in cui se vai in un’officina Ford ti consiglierà di acquistare una Ford.

18. Il mondo è pieno di codardi che prendono di mira le persone anziane perché sono viste come prede vulnerabili e facili. Non aprire mai la porta a chi non ti aspetti. (Quando hai aperto la porta per l’ultima volta a una persona che ti ha chiamato inaspettatamente e hai avuto una piacevole sorpresa?) La persona alla porta sarà qualcuno del comune che ti dirà che non hai stirato bene i tuoi cartoni di yogurt o un bastardo che vuole riparare il tuo vialetto perfettamente funzionante.

19. Se hai problemi di salute e devi viaggiare da qualche parte in treno o in aereo, dì a tutti quelli con cui entri in contatto che sei fragile e hai bisogno di aiuto. Insistere per essere accolti con sedie a rotelle. Hanno un attacco isterico se dimenticano. Le parole “reclamo formale” sono come bombe a mano. Se tutto il resto fallisce, crolla sul pavimento. Questo dovrebbe portare un’attenzione utile.

20. Non lasciare che le persone ti trattino come un’orchidea delicata. Gli anziani sono più sani dei giovani. Gli over 65 hanno 1,3 malattie all’anno. Gli under 65 hanno 2,1 malattie all’anno. La malattia mentale è più comune tra i millennial che negli OAP. Quindi ya boo fa schifo.

Adattamento da The Kick Ass AZ for Over 60s di Vernon Coleman, disponibile in edizione economica e eBook.

Copyright Vernon Coleman November 2021

Nota: Vernon Coleman è un medico e autore di bestseller del Sunday Times. Ha scritto oltre 100 libri che hanno venduto oltre due milioni di copie nel Regno Unito e sono stati tradotti in 25 lingue. I suoi libri includono “Mrs Caldicot’s Cabbage War”, che è stato trasformato in un film pluripremiato, e The Young Country Doctor serie di 15 libri che descrivono la vita di un medico che non è molto anziano e che lavora in campagna.

https://www.vernoncoleman.com/main.htm

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.