Arriva Mario Draghi, croce o delizia per l’Italia?

Verso le 12,30 di oggi Mario Draghi ha ricevuto da Mattarella l’incarico di formare il nuovo governo della repubblica. In molti abbiamo tirato un sospiro di sollievo per la caduta del governo in carica e del Presidente Conte, ma allo stesso tempo una certa inquietudine ci ha preso: Mario Draghi aiuterà il Paese o lo affosserà definitivamente essendo lui appartenente al club dell’Alta Finanza Mondiale che non vede bene l’autonomia economica delle Nazioni.

Abbiamo ricordato la tragedia Monti, anche lui parte del Gruppo Bilderberg, che ha demolito l’economia dell’Italia nel nome di una austerità che alla fine non ha fatto che affossarci. Per la verità Mario Draghi si è dimostrato molto capace quando era a capo della BCE, ha spesse volte dato una mano all’Europa e anche alla nostra Nazione. Ci auguriamo che sia così anche ora.

In ogni modo ricordiamoci tutti che abbiamo un Parlamento e che spetterà a questo nostro organismo costituzionale approvare o meno il governo Draghi. Invitiamo i partiti presenti nelle aule di Camera e Senato a verificare attentamente il programma che il Prof. Draghi presenterà e se d’accordo, la sua attuazione.

L’Italia è in gravissime difficoltà, grazie al disimpegno di Conte, dei 5 Stelle, del PD siamo stati travolti da una gestione criminale della pandemia, da scelte errate che hanno provocato anche un numero di morti inaccettabile.

Lo sfascio della Sanità pubblica e dell’Economia nei suoi vari gangli, rende fondamentale che a guidare Il governo ci siano personalità qualificate, saranno Draghi e i suoi ministri? Non sappiamo, ma da Italiani, lo speriamo.

Manuela Valletti

CHI E’ MARIO DRAGHI

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.