USA: GEORGIA, PENNSILVANYA,WISCONSIN E MICHIGAN denunciati da dieci Stati per brogli elettorali

Ribaltone negli Stati Uniti, tutto il mondo in attesa.

Giungono dagli USA importanti notizie relative alla corsa presidenziale USA e questo nell’assoluto silenzio dei media internazionali.

LOUISIANA, ARKANZAZ ALABAMA, FLORIDA, KENTUKY, MISSISIPI, CAROLINA DEL SUD E SUD DAKOTA sono gli stati che si sono uniti alla causa promossa dal TEXAS davanti alla CORTE SUPREMA contro GEORGIA, PENNSYLVANIA, WISCONSIN E MICHIGAN, accusati di aver violato la Costituzione Americana nelle elezioni presidenziali dello scorso novembre.

Le manovre dei democratici e del deep state stanno per essere smascherate grazie anche al sequestro dei server Dominion da parte delle forze militari americane e all’arresto dei responsabili del programma che conteggiava le preferenze alterandole in favore di Biden. I Server Dominion erano disseminati in diversi paesi tra cui la Germania e la Spagna e il Venezuela oltre ovviamente, gli USA. Questa e altre frodi sono ora all’esame dei giudici della Corte Suprema, supportate anche da diverse testimonianze.

Nei prossimi giorni, e comunque in brevissimo tempo si saprà chi sarà il prossimo inquilino della Casa Bianca, a quanto pare potrebbe essere DONALD TRUMP.

MVG

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.