USA: GEORGIA, PENNSILVANYA,WISCONSIN E MICHIGAN denunciati da dieci Stati per brogli elettorali

Ribaltone negli Stati Uniti, tutto il mondo in attesa.

Giungono dagli USA importanti notizie relative alla corsa presidenziale USA e questo nell’assoluto silenzio dei media internazionali.

LOUISIANA, ARKANZAZ ALABAMA, FLORIDA, KENTUKY, MISSISIPI, CAROLINA DEL SUD E SUD DAKOTA sono gli stati che si sono uniti alla causa promossa dal TEXAS davanti alla CORTE SUPREMA contro GEORGIA, PENNSYLVANIA, WISCONSIN E MICHIGAN, accusati di aver violato la Costituzione Americana nelle elezioni presidenziali dello scorso novembre.

Le manovre dei democratici e del deep state stanno per essere smascherate grazie anche al sequestro dei server Dominion da parte delle forze militari americane e all’arresto dei responsabili del programma che conteggiava le preferenze alterandole in favore di Biden. I Server Dominion erano disseminati in diversi paesi tra cui la Germania e la Spagna e il Venezuela oltre ovviamente, gli USA. Questa e altre frodi sono ora all’esame dei giudici della Corte Suprema, supportate anche da diverse testimonianze.

Nei prossimi giorni, e comunque in brevissimo tempo si saprà chi sarà il prossimo inquilino della Casa Bianca, a quanto pare potrebbe essere DONALD TRUMP.

MVG

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.