L’acqua di Alta Valle Intelvi piace molto ai cinesi

«L’acqua minerale Paraviso sgorga da due sorgenti profonde e perenni, in una valle fresca e verdissima, nel Comune di Lanzo d’Intelvi, a 900 metri d’altitudine. È un’acqua di montagna purissima, oligominerale, molto leggera e gradevole al palato».

Ecco che cosa scriveva nel 2012 la Società Acque Minerali Val Menaggio relativamente all’acqua Paraviso che si trova nel Comune Alta Valle Intelvi nella frazione di Lanzo,  una descrizione molto accattivante che faceva immediatamente venir voglia di bere quell’acqua meravigliosa. Proprio quell’anno, però, i lavoratori della Paraviso furono messi in cassa integrazione, l’imbottigliamento dell’acqua fu trasferito allo stabilimento di Plesio e la fabbrica di Lanzo fu chiusa.

Lo scorso anno il colpo di scena, gli immobili, la concessione e l’attività di imbottigliamento sono stati acquistati da una società cinese direttamente dal gruppo Acque Minerali Val Menaggio. Un investitore di spessore arrivato dall’Oriente, si diceva  pronto a far decollare la produzione dopo quattro anni di inattività e rendere lo stabilimento competitivo sul mercato nazionale ed estero.

Oggi, alla presenza delle autorità del luogo, è stato inaugurato il nuovo stabilimento ALPS ITALIA che porterà molti vantaggi alla Valle d’Intelvi e al comune di Alta Valle in particolare, alla cerimonia era presenti anche alcuni vecchi giocatori del Milan…. il gruppo che ha acquistato l’acqua Paraviso è lo stesso che ha acquistato la grande squadra Milanese.

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piedi
Edio Pozzi assessore alla cultura, Franco Baresi, Maurizio Nicoli commissione Sport

Questo potrebbe essere il primo passo per un rilancio del comune di Alta Valle Intelvi e della Valle in generale, un luogo che viene da molti definito il polmone verde della Lombardia. In valle sono vive antiche e preziose tradizioni, la una natura è incontaminata, la cultura è molto viva grazie a tesori artistici di grande rilevanza e ad iniziative molto interessanti proposte dalla Pro-Loco.

Nel Comune di Alta Valle, una volta meta delle vacanze di molti milanesi celebri, ci sono tesori architettonici, ville storiche e strutture da salvare e da ritornare alla fruibilità degli abitanti e dei villeggianti.

Segnaliamo alcuni interventi che si attendono da anni: l’utilizzo di  Villa  Violet, la  realizzazione della funicolare che porta dal belvedere di Lanzo a S.Margherita sul lago di Lugano, e poi la riapertura dell’albergo ristorante che si affaccia sul  meraviglioso  Balcone d’Italia dal quale si possono ammirare tre laghi e  le alpi italiane e quelle svizzere. 

 

 

 

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione e d'opinione dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.