Molti Stati chiedono scusa ai cittadini, altri perseverano nell’errore

Il presidente della regione della Sassonia e vicepresidente della CDU, Michael Kretschmer, confessa che tutte le restrizioni praticate durante la farsa pandemica erano degli abusi enormi e chiede perdono ai tedeschi. Quanto sta accadendo è molto semplice. Le varie classi politiche europee sanno che ormai non godono più di quelle protezioni internazionale di un tempo. Il potere del globalismo vive un declino inarrestabile. L’unica “chance” che hanno i politici è quella di mettersi in ginocchio e implorare perdono sperando che tutto torni com’era prima del 2020. Temo, per loro, che non funzionerà. La farsa pandemica ha dato l’accelerazione definitiva alla fine della liberaldemocrazia. Nel prossimo futuro non ci saranno più i politici che hanno eseguito le direttive di Davos e trascinato le loro nazioni in un inferno globale autoritario.

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.