Il mondo in ansia per Elisabetta II, si aggravano le condizioni della regina. I medici “preoccupati”

La sovrana, 96 anni, resta sotto stretta sorveglianza. Carlo con i tre fratelli e Camilla la raggiungono alla residenza di Balmoral, in Scozia. La Bbc cambia i programmi, la speaker del Parlamento ferma il dibattito. L’arcivescovo di Canterbury: le preghiere della nazione sono con Sua Maestà

Sospeso il cambio della guardia

La regina Elisabetta II, 96 anni, è stata posta sotto controllo medico, nel castello di Balmoral dove sta trascorrendo l’estate, perché i medici si sono detti preoccupati per il suo stato. Lo ha reso noto Buckingham Palace.

“Dopo ulteriori valutazioni stamane, i medici della regina sono preoccupati per la salute di Sua Maestà e le hanno raccomandato di rimanere sotto controllo medico. La regina rimane in una situazione di comfort a Balmoral”, si legge nella nota diffusa dal palazzo reale. La regina è stata vista l’ultima volta in pubblico martedì scorso, quando ha accettato le dimissioni del premier uscente, Boris Johnson e nominato il nuovo, Liz Truss: è stata una novità nella tradizione, perche’ ha ricevuto tutti a Balmoral (e non a Londra), per la prima volta in 70 anni, perché i medici avevano deciso che sarebbe stato troppo faticoso per lei viaggiare fino a Londra. È apparsa in buone condizioni, anche se lievemente invecchiata e con un aspetto molto fragile.

L’intero Regno Unito è “profondamente preoccupato” dalle notizie sulla salute della Regina. Lo ha scritto su Twitter la neo premier, Liz Truss. “I
miei pensieri e quelli delle persone in tutto il Regno Unito sono con Sua Maestà la Regina e la sua famiglia in questo momento”
, ha aggiunto Truss

Il principe Carlo insieme alla moglie Camilla è a Balmoral, in Scozia, al fianco della madre, la regina Elisabetta II di cui preoccupano le condizioni mediche. Anche il principe William li sta raggiungendo nella residenza scozzese.

Anche il principe Andrea e il principe Edward si sono recati a Balmoral dalla regina le cui condizioni mediche destano preoccupazione. Sul posto sono già presenti il principe Carlo e Camilla e la principessa Anna. Lo riferisce l’emittente Itv.

Operation Unicorn se la regina muore in Scozia

Il castello di Balmoral, la tenuta nell’Aberdeenshire dove attualmente risiede la regina, ha sempre avuto un posto speciale nel cuore di Sua Maestà e se dovesse morire in Scozia, c’è un piano specifico, noto come Operation Unicorn, rivelata nel 2017, per indicare il protocollo. Esiste un protocollo ben definito per i 10 giorni di lutto nazionale che seguiranno la morte dell’anziana monarca, Operation London Bridge. Ma secondo la stampa scozzese, sono stati messi in campo piani anche nel caso in cui la regina muoia mentre si trova a Balmoral in Scozia, la sua residenza estiva, dov’è in questo momento. Secondo i dettagli emersi nel 2019, mai confermati ufficialmente, la salma sarà esposta all’Holyrood Palace e poi alla Cattedrale di St Giles. Di lì la bara della regina sarà caricata sul treno reale alla stazione di Waverley e quindi riportata a Londra.

L’ultima volta in pubblico martedì, sorridente ma fragile

La regina Elisabetta II è stata vista l’ultima volta in pubblico martedì, quando ha ricevuto a Balmoral il premier uscente, Boris Johnson, e quello nuovo, Liz Truss (una prima assoluta nei suoi 70 anni di regno, visto che finora aveva sempre fatto le nomine dei premier a Londra o Windsor). Era apparsa sorridente e all’apparenza brillante ma aveva un aspetto particolarmente fragile, leggermente invecchiata rispetto alle ultime uscite; e durante l’udienza di martedì aveva usato un bastone da passeggio.

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.