Il Forum di Cernobbio

Cernobbio

Il Forum di Cernobbio si può considerare un piccolo Bilderberg italiano. È il luogo laddove il capitalismo “nostrano” si riunisce per definire i suoi interessi e assicurarsi che la classe politica li protegga.

Cernobbio è un pezzo di un puzzle molto più grande nella piramide del globalismo ma i suoi interessi sono stati gli stessi di tale potere. Sono stati quelli di sostenere e difendere la globalizzazione neoliberale che ha spazzato l’industria pubblica e cancellato la classe media.

A Cernobbio volevano che il governo Draghi restasse in piedi. Volevano che quell’esecutivo continuasse a portare avanti la sua missione, ovvero quella di attuare il PNRR che è solo un altro nome per mascherare i prestiti della Troika.

Adesso il club di questi imprenditori apprende con amarezza che dopo Draghi non c’è più nulla. Non c’è più nessuno che possa riportare in vita lo status quo precedente.

Così come viene meno il potere di questa classe politica così viene meno il potere delle élite economiche che l’hanno sorretta.

Cesare Sacchetti

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.