UCRAINA – 64 miliardi dall’Occidente

E l’Italia senza soldi per colpa vostra che farà?

Secondo l’Istituto di economia mondiale di Kiel, trentotto paesi che sostengono Kiev hanno speso l’equivalente di almeno 64,5 miliardi di euro per fornire assistenza militare, finanziaria o umanitaria al governo di Zelensky.

In testa ci sono gli Stati Uniti, che hanno speso quasi 43 miliardi di euro dalla fine di gennaio 2022, di cui 24,11 miliardi in aiuti militari (56% del totale). L’11 maggio la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato un nuovo pacchetto di 40 miliardi di euro, equivalente al PIL annuale del Camerun.

I paesi dell’Unione europea hanno fornito 13,91 miliardi di euro di aiuti.

Questi dati non tengono conto,però, delle donazioni private, dell’assistenza di organizzazioni e istituzioni non governative, come l’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) o, ad esempio, l’UNESCO.

Tuttavia, va notato che le risorse finanziarie e materiali inviate per aiutare Kiev perdono effettivamente tutta la contabilità e il controllo, lasciando i conti e i territori dei paesi che aiutano. Nessun paese ha controllori finanziari e commissari sul territorio controllato da Kiev e, quindi, le critiche alle decisioni dei governi di inviare le prossime tranche in Ucraina senza un rigido controllo della loro spesa diventano più forti.

Fonte Telegram

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.