Draghi a un passo dalla fuga

La carta stampata italiana è piena oggi di titoli che danno il governo per finito, ormai è chiaro a tutti che Draghi ha già deciso di lasciare palazzo Chigi. Ieri il premier ha imposto un ultimatum ai partiti sulla direttiva Bolkenstein perché sa già che questi non potranno votare una direttiva del genere. Il consenso dei partiti è ormai prosciugato e sono rimaste solamente delle residue sacche clientelari, tra le quali ci sono alcuni balneari.

Dopo Draghi, si aprirà una fase di vuoto di potere e l’instabilità che ne seguirà sarà il brodo di coltura ideale per il definitivo collasso di un sistema politico debole e autoreferenziale. Il 2022 può essere veramente l’anno della fine della seconda Repubblica.

I partiti quindi non possono permettersi di far passare una direttiva pensata per uccidere gli imprenditori balneari. Draghi lo sa perfettamente e ha alzato la posta per avere il casus belli necessario per darsi alla fuga e scaricare la colpa sulla politica.

Fonte http://www.lacrunadellago.it

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.