Dai colloqui di Istanbul esce un’intesa: l’Ucraina sarà neutrale

Il Paese non ospiterà basi militari straniere. Mosca ferma attività su Kiev e Chernikiv. Su le Borse e giù il prezzo del petrolio.  Zelensky vuole che la Turchia sia garante del trattato di pace

Guerra Ucraina Russia diretta colloqui turchia

È durato tre ore il nuovo round di colloqui tra russi e ucraini. A Istanbul, ha detto il capo negoziatore russo, sono stati compiuti passi concreti, anche se la prospettiva di un incontro tra Putin e Zelensky resta confinata a un eventuale post-accordo. 

“Faremo due passi concreti per la escalation della crisi”: lo ha detto il consigliere presidenziale russo, Vladimir Medinsky al termine dei colloqui a Istanbul tra la delegazione ucraina e russa. I colloqui, ha continuato, sono ora in fase concreta e “la Russia interromperà l’attività militare vicino a Kiev e Chernikiv”.

Il vice ministro della Difesa, Alexander Fomin, anche lui presente in Turchia, ha confermato la decisione “al fine di aumentare la fiducia reciproca per i futuri negoziati”.

 

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.