5 trend sulle criptovalute da tenere d’occhio nel 2022

Il 2021 è stato un anno di crescita epica per le criptovalute.

Il mercato ha compiuto un passo importante verso la maturità, dal momento che tendenze come i token non fungibili (NFT) e il metaverso hanno guadagnato slancio e le autorità di regolamentazione hanno instaurato un acceso dibattito sul ruolo crescente di questa classe di attività nell’economia globale.

L’anno a venire può avere in serbo un’altra girandola di cambiamenti, quando il mercato delle criptovalute giungerà a maturità in un contesto di mutamenti macroeconomici e inflazione rovente. In cinque brevi tendenze, ecco che cosa dovresti tenere d’occhio all’inizio del 2022.

Le criptovalute sono strumenti non regolamentati e altamente speculativi. Non esiste alcuna protezione per i consumatori. Il tuo capitale è a rischio.

1. Gli NFT vanno oltre il JPEG

I token non fungibili (non-fungible token, NFT) sono diventati popolari nel 2021. È lunga la lista dei marchi, da Adidas a Budweiser, da Pepsi a Warner Bros, che hanno pubblicato collezioni proprie; i tifosi sportivi si sono precipitati ad acquistare carte tokenizzate della loro squadra del cuore su piattaforme come Chiliz; e case di moda di lusso, tra cui Givenchy, hanno lanciato token per aumentare l’esclusività.

Una serie di sviluppi che ha dimostrato il potenziale rivoluzionario dell’”NFT”, eletta parola dell’anno dal Collins Dictionary.

Nel 2022 gli NFT sono destinati ad andare oltre i semplici JPEG da collezione. La NFL è al lavoro con Polygon per sfruttare gli NFT per l’emissione di biglietti; TikTok ha pubblicato video di tendenza in forma di NFT; e una vasta gamma di aziende sta iniziando a usare i token univoci per alimentare un cambiamento radicale nel modo in cui i prodotti vengono finanziati, concessi in licenza e pubblicizzati.

2. Il boom dei videogiochi basati su blockchain e del metaverso

Il 2021 ha visto l’ascesa di una generazione più giovane e veloce di blockchain, tra cui Solana, che offre le elevate prestazioni necessarie per produrre videogiochi sofisticati.

Nel frattempo, i primi videogiochi con le criptovalute hanno raggiunto il successo. Axie Infinity ha attirato quasi 2 milioni di utenti al giorno con meccanismi di gioco finalizzati al guadagno, e da ogni parte si sono riversati investimenti in progetti del metaverso: Facebook ha cambiato nome in Meta, i colossi tecnologici Microsoft e Amazon hanno mosso i primi passi in questa direzione, mentre i venture capitalist hanno impegnato miliardi per rendere il metaverso una realtà.

All’inizio del 2022, questo settore del mercato è pronto a raggiungere il mainstream. Manca solo l’azione catalizzatrice di un gioco o piattaforma social di alta qualità in grado di attirare un vasto pubblico e non solo i semplici appassionati di criptovalute.

3. Le valute di livello 2 rubano le luci della ribalta

La popolarità della finanza decentralizzata (DeFi) e degli NFT ha creato colli di bottiglia su Ethereum, spingendo le commissioni della rete ai massimi storici.

In questo contesto, espansioni di livello 2 come Polygon (MATIC) hanno assistito a una crescita epica, poiché offrono velocità maggiori e commissioni inferiori senza compromettere la decentralizzazione né la sicurezza.

La tendenza è destinata ad accelerare nel 2022, sostenuta da innovazioni crittografiche come gli Optimistic Rollup e i Zero-Knowledge Rollup, che sono finalmente pronte a essere applicate dopo anni di sviluppo.

4. I pagamenti in criptovaluta sono diventati di moda

Il 2021 ha mostrato che i colossi dei pagamenti vedono le criptovalute non come una minaccia, ma come un’opportunità: Visa ha lanciato un servizio di consulenza sulle criptovalute, Mastercard ha iniziato a supportare le monete digitali e WhatsApp ha iniziato a testare i pagamenti in criptovaluta tramite il portafoglio Novi.

Nemmeno ai governi è sfuggito il potenziale dei pagamenti con criptovalute. El Salvador ha dichiarato di risparmiare 400 milioni di dollari l’anno in commissioni Western Union ricorrendo ai Bitcoin per le rimesse, e un governo parallelo di Myanmar ha adottato Tether come valuta ufficiale.

Tutti eventi che potrebbero essere i primi segnali di una trasformazione globale nei pagamenti e nelle rimesse; una rivoluzione che probabilmente acquisirà slancio nel 2022, quando sempre più aziende e istituzioni si renderanno conto che il denaro può essere scambiato in modo istantaneo ed economico, con la stessa facilità con cui si invia un’e-mail.

5. Maggiore regolamentazione

Le autorità di tutto il mondo, a partire da Gary Gensler, ex professore di blockchain e presidente della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, stanno facendo a gara per mettere a punto i quadri normativi.

Negli Stati Uniti le autorità stanno discutendo uno “sprint sulle criptovalute” per mettere rapidamente in riga il settore, mentre oltre l’Atlantico il quadro normativo proposto dall’Unione Europea (UE), denominato “Mercati delle cripto-attività”, è prossimo a diventare legge. 

Tali sviluppi comporteranno probabilmente un controllo più stretto che in passato sull’ecosistema degli asset digitali, ma se l’approvazione di molteplici ETF su Bitcoin nel mondo e l’esito positivo della recente audizione sulle criptovalute presso il Congresso USA dovessero preludere alla futura evoluzione del settore, il 2022 potrebbe essere l’anno in cui le autorità di regolamentazione accoglieranno con cautela gli asset digitali.

FONTE: WWW.AGI.IT

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.