Operazione green….

Da uno straordinario articolo di Andrea Cecchi.

Riepiloghiamo adesso i passaggi che ci hanno portato qui:

1. La nave Evergreen segnala l’inizio dell’operazione Green

2. Green economy – ovvero economia verde. Il Green New Deal già annunciato, può allora partire, con stampa di trilioni di dollari che si aggiungono ai trilioni già esistenti.

3. L’inflazione è quindi inevitabile, ma per non creare sfiducia nelle banche e nelle valute tipo dollaro, euro ecc, essa viene nascosta nel costo dell’energia.

4. Per giustificare l’aumento dell’energia, inizia la campagna mediatica mendace che attribuisce i rincari non alla stampa di dollari, ma alla scarsità, abituando di fatto e lentamente le persone che la scarsità energetica sia una cosa inevitabile e che bisogna essere pronti a pagare caro il prezzo di qualcosa che è scarso.

5. In modo molto subdolo, la colpa di tutto ciò che non va, viene attribuita al lurido uomo bianco occidentale che per il suo tenore di vita esageratamente confortevole, ha causato tutti i guai del mondo ed è quindi giusto che adesso ne paghi le conseguenze riducendo verticalmente il proprio standard di vita.

Insomma, se l’emergenza sanitaria è il pelo, l’agenda verde sancita dal bollino di marchiatura detto Green Pass, sarà il contropelo. L’obiettivo resta lo stesso, ovvero la distruzione del ceto medio occidentale e il suo adeguamento ed omologazione alle masse informi di consumatori omogenei simili allo standard rappresentato da coloro che arrivano al ritmo di un barcone al giorno.

Qual’e lo scopo dell’agenda ecologica unita a quella sanitaria ed energetica?

Più o meno sarà una forma perfezionata di questo modello socio economico che vado a descrivere.

Il cittadino, si sveglierà la mattina e gli verrà chiesto: “Cosa hai fatto oggi di utile per Madre Terra, per meritarti di vivere? Lo sai che la tua esistenza nuoce all’ecosistema? Hai visto i poveri orsi polari sui ghiacci che si sciolgono? Hai visto i disastri ambientali che le nostre TV ti hanno mostrato in modo incessante? Tutto ciò è colpa tua! La tua vita ha un impatto negativo sull’ambiente del quale TU sei il nemico numero 1.

Tu, schifoso ed inutile parassita. Devi vergognarti e pentirti. Adesso dovrai rimediare perché la colpa è tua e solo tua; avido consumatore di risorse a sbafo, che ha vissuto sopra i propri mezzi ed ha causato la distruzione ecologica del mondo.

Devi meritarti di poter vivere altrimenti devi accettare le regole che noi esperti, fortunatamente abbiamo studiato affinché ti sia concesso comunque di vivere, ma lo farai limitando il più possibile la possibilità che tu possa continuare a danneggiare ulteriormente il Pianeta Terra che hai ridotto in queste condizioni”.

Il cittadino, terrorizzato e ormai convinto che la sua vita sia effettivamente inutile e dannosa dovrà quindi guadagnarsi il diritto naturale di vivere giornalmente, con meriti e crediti ecologici dettati dalle proprie azioni e dal proprio contributo alla massima ortodossia nel seguire i dettami “green” che saranno indetti dalle organizzazioni internazionali tipo World Economic Forum, ONU, WHO, IMF ecc,. ratificati dai governi tecnici di turno e controllati e sanzionati dalla forza bruta militare e poliziesca.

Il sangue sull’asfalto sarà condito di verde. (continua sul blog di Andrea

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.