LOMBARDIA: STOP AD ASTRAZENECA PER GLI UNDER 60 MA NON SI FARA’ NEPPURE IL MIX CON LA SECONDA DOSE DI ALTRO VACCINO (PER ORA)

Stop alla somministrazione delle seconde dosi per tutti i lombardi under 60 che al primo appuntamento avevano ricevuto il vaccino AstraZeneca. A comunicarlo la direzione generale Welfare della Regione. “In attesa – si legge in una comunicazione della Regione – di una nota ufficiale di Ministero della salute e di Aifa, competenti a rilasciare un parere scientifico, e allo scopo di tutelare quanto più possibile la salute dei cittadini e garantire i loro diritti, la Direzione generale Welfare ha deciso di sospendere cautelativamente i richiami eterologhi (quindi con un vaccino diverso) per tutti i cittadini under 60 che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca. Per chi ha più di 60 anni nulla cambia”. “Le seconde dosi agli over 60 vaccinati con Astrazeneca – aveva comunicato venerdì la direzione generale Welfare della Regione – saranno fatte con lo stesso vaccino. I richiami delle persone under 60 vaccinate in prima dose con Astrazeneca verranno invece effettuate con un altro vaccino”. Sabato però, invece, è stato annunciato che, in attesa di indicazioni ufficiali, la somministrazione delle seconde dosi per tutti i lombardi under 60 che al primo appuntamento avevano ricevuto il vaccino AstraZeneca non avverà nemmeno con altri vaccini. La nota della Regione precisava inoltre che per i 12/17enni viene già usato solo Pfizer; per i 18/49 anni Pfizer o Moderna; per i 50/59enni Pfizer, Moderna o Johnson & Johnson; per gli over 60 Astrazeneca o J&J; per i fragili Pfizer o Moderna

(Fonte: Milanotoday). https://www.milanotoday.it/attualita/coronavirus/sospese-seconde-dosi-astrazeneca.html

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.