La prosivendola

 Daniel Pennac

La prosivendola - Daniel Pennac - copertina


Recensione di Gabriele Missaglia
.
Il libro mi è piaciuto, al solito abbiamo una storia rocambolesca che parte in sordina, ma che dopo tre pagine ha il fragore di un colpo di pistola. Lo stesso che raggiunge la testa di Ben e lo mette a tappeto: big up per il coraggio di mettere in pericolo la vita della colonna della saga.
.
Tutto parte da una scelta editoriale quanto meno coraggiosa: svelare la misteriosa identità di J.L.B, il Fabio Volo dei commercianti, mediante interposta persona, appunto attraverso Ben, in modo da mantenere il riserbo sull’identità del vero J.L.B. ma di pompare le vendite attraverso un fantoccio. Dove sta il coup de théâtre? Che in realtà il vero J.L.B. era falso, e che quello vero (la vittima del furto d’opera) per vendicarsi comincia una striscia di sangue lunga almeno fino alla luna. Lo so, sembra complesso, e in effetti è così.
.
Infatti, per me la prima parte del libro, quella della scelta editoriale, che mostra il dietro le quinte del mondo che tanti scrittori, me compreso, bramano, è quella riuscita meglio: la regina Zabo non mostra alcuna pietà, guarda i libri dal punto di vista commerciale (danno da mangiare) e li venera nella loro forma di contenitori. Conosce le carte, le colle, il tipo di rilegatura e il rilegante, ma fa fatica ad andare oltre a quel tipo di forma, tanto che come un tipico editore, non si degna nemmeno di leggere i manoscritti che le arrivano sotto mano. E non ha problemi a pubblicare qualcosa che sapeva sottratto. Sembra un po’ la Merkel della carta rilegata. Il dramma? Che nonostante tutto, non è un personaggio negativo.
.
La cosa che non funziona però per me è la seconda parte; secondo me viene aggiustata, se non forzata, perchè le cose finiscano sempre bene, Ben si salvi e Giove ottimo massimo sia contento. Anche il come per uno sguardo, il vero J.L.B. cambi quanto un cristiano che si converte all’Islam o viceversa, è poco credibile. Pure poco riuscita.


P.S. Se capitasse a me, un furto simile, farei come J.L.B. senza battere ciglio. A voi è mai capitato che qualcuno spacciasse per sua una vostra idea? Cosa fareste?

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.