Il futuro assomiglia sempre più al passato

Guardate il filmato
https://www.rt.com/news/512644-geramany-covid-prison-bild/

In questi giorni ricordiamo gli orrori del nazismo, i campi di sterminio è tutto ciò che accadde di orribile in Germania durante la guerra, ebbene è notizia di oggi la presenza sullo stesso territorio di un campo di concentramento per il Covid.

L’ex carcere minorile è ora vuoto, in quanto l’arresto di giovani è attualmente sospeso nello Schleswig-Holstein. Si è pensato così di trasformarlo a partire da febbraio in un inospitale centro di detenzione per coloro che si rifiuteranno di rispettare le restrizioni anti-Covid e verranno sorpresi dalla polizia a infrangerle ripetutamente.

Dice l’amministratore distrettuale Jan-Peter Schröder: “Non è un hotel. Questa è l’ultima opzione per chi non vuole rispettare le regole. Ma prima di arrivarci, devono accadere parecchie cose”. Gli “ospiti” verranno alloggiati in sei celle estremamente frugali di dodici metri quadrati, con piastrelle chiare, letto in legno, mensola, tavolo, sedia. Saranno permessi, però, TV e telefoni cellulari.

Per prevenire il rischio di infezioni, ognuna delle sei celle avrà il proprio bagno. Nessun accesso esterno nel cortile, nessuna visita. La struttura verrà gestita dal distretto Segeberg e sarà a disposizione di tutti gli altri distretti dello Schleswig-Holstein per casi analoghi. La vigilanza verrà assolta da 30 ex poliziotti e agenti penitenziari in pensione, che si sono offerti come volontari e che si alterneranno in tre turni di lavoro.

Fonti:

Bild: https://tinyurl.com/4zxxd78s

Die Welt: https://tinyurl.com/yoybojyp

Kieler Nachrichten: https://tinyurl.com/wfw0wzr4

RTL: https://tinyurl.com/yoyfbjhy

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.