Scuole: no a bambini e maestri rinchiusi nel plexiglass

I bambini sono le vere vittime della reclusione da Covid 19, molti di loro hanno trascorso la quarantena in solitudine e in casa e ora si prospetta un ritorno a scuola da incubo. Il ministro Azzolina la scorsa settimana aveva ipotizzato l’uso di mascherine per tutti gli studenti e ci permettiamo di dirle che è una follia, che i bambini devono respirare ossigeno e non anidride carbonica… la loro.

Il Governo Conte è al lavoro per sbrogliare uno dei nodi cruciali della gestione dell’emergenza Covid: il ritorno a scuola di milioni di studenti italiani. Ieri il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha spiegato: “Stiamo lavorando per il ritorno a scuola di tutti in piena sicurezza”. Tra le ipotesi avanzate per la scuola “in presenza” a settembre c’è anche quell‘uso di visiere (al posto delle mascherine) e pannelli di plexiglass per il distanziamento tra una postazione e l’altra. Un’idea che non è piaciuta a noi, ma nemmeno all’assessore all’Edilizia Scolastica di Palazzo Marino e maestro elementare Paolo Limonta: “Io non ci sto. Sento cose che voi umani…Sento cose che noi maestre e maestri non possiamo sentire. Io non mi farò rinchiudere in un contenitore di plexiglass. E, soprattutto, non consentirò mai che ci vengano rinchiuse le mie bambine e i miei bambini…”.

“Sento e leggo proposte che prefigurano una scuola in presenza, ma distante. – prosegue Limonta – Ben oltre il metro imposto dalle disposizioni sanitarie. Una scuola dove bambini e ragazzi, ancora una volta, sono spettatori passivi e non protagonisti. Una scuola vecchia e stanca che, ancora una volta, non trae insegnamento dalle situazioni che si verificano, ma riprende sempre dagli stessi punti. Sbagliati e assolutamente inefficaci. Io non ci sto. Io continuo a lottare per una scuola aperta, centro vitale dei territori, ricca di cuore e passione. Io voglio una scuola sconfinata“, conclude l’assessore.  E noi siamo senza dubbio d’accordo con lui.

Manuela Valletti

FONTE

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.