Gualtieri caldeggia il MES, opposizione pronta a sfiduciarlo

 Borghi-Gualtieri
BORGHI E GUALTIERI

Per evitare la fine della Grecia è necessario dimenticare il MES (Fondo Salva Stati) che, detta semplicemente, offre supporto economico agli stati in cambio di cessione di sovranità in diversi ambiti.

Il PD e in particolare il Ministro dell’Economia Gualtieri, è invece proteso a caldeggiare l’adozione di questo strumento assolutamente nefasto per la nostra Nazione (la Grecia ha ceduto alla Germania anche gli Aeroporti).

Claudio Borghi, economista della Lega, scrive a Giuseppe Conte: “Qui qualcuno ci sta prendendo in giro e non mi pare il momento adatto per gli scherzi. La vogliamo finire o andiamo avanti col pacchetto di ventagli?”.

Borghi va oltre e sollecita il premier: “Le vogliamo dare una chance, dia la colpa al ministro Gualtieri, ci faccia un cenno, lo sfiduciamo e lei ne esce bene”. Intanto però da Roma sarebbe arrivata via libera alla proposta della Germania: l’Italia aveva chiesto che non ci fosse alcuna condizionalità, ma adesso è disponibile a discutere i dettagli. 

Da ieri girano incontrollate voci su imminenti dimissioni di Conte, verrebbero date dopo Pasqua e a tal proposito, si vocifera che il presidente Mattarella starebbe predisponendo lo schema del nuovo governo con il centro destra e Italia Viva, al timone ci sarebbe Mario Draghi.

Manuela Valletti

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.