HUKNOW:professionisti a disposizione

Ancora oggi, ottenere il parere di un professionista (un avvocato, un medico ecc), o trovare lezioni private e ripetizioni, può richiedere diverso tempo: bisogna individuare la persona giusta, fissare un appuntamento e poi andare nel suo studio (tempo, auto, mezzi, parcheggio). Perché non ci si può ancora incontrare online? Eppure la tecnologia offre da tempo la possibilità di comunicare facilmente in video chat: pensiamo banalmente alle conference call internazionali delle grandi aziende, ma anche alle persone che ogni giorno devono mettersi in contatto con amici e parenti che vivono in paesi lontani.

Da questa considerazione nasce HUKNOW (https://www.huknow.com), il sito dove si possono trovare esperti su qualsiasi argomento: il nome arriva infatti da HUman KNOWledge (“conoscenza umana”) perché la piattaforma ospita ogni genere di competenza, proponendosi come il marketplace delle consulenze (avvocati, fiscalisti, esperti di marketing, medici e specialisti) ma anche delle lezioni (musica, arte, yoga, formazione personale) e, per la gioia di chi orbita nel mondo scolastico, delle ripetizioni di ogni materia e livello.

Ma come funziona esattamente? Serve un computer connesso a internet, o almeno uno smartphone, per registrarsi e scrivere di cosa abbiamo bisogno, e poi scegliere nella lista dei risultati l’esperto più adatto per noi (ci sono curriculum, presentazione, video presentazione, prezzi, specialità e recensioni degli altri utenti). Non appena preautorizzato il pagamento della consulenza, si apre una videochat protetta per il tempo acquistato: a quel punto incontriamo il nostro esperto e possiamo chiedere tutti i consigli e le soluzioni che ci servono, oppure cominciare a imparare quello che ci interessa. Alla fine dell’incontro si lascia una recensione: il sito è dichiaratamente meritocratico, quindi a parità di argomento cercato valgono le recensioni più positive. E se hai sbagliato a scegliere l’esperto? Nessun problema, in caso di difficoltà la transazione può anche essere annullata.

Da notare che l’esperto invia ricevuta o fattura, quindi le spese potranno poi essere dedotte. A proposito, quasi nessuno sa che anche le spese per le ripetizioni possono essere scaricate dalle tasse: considerato che il Governo Italiano ha stimato in oltre un miliardo/anno il “nero” generato dalle sole ripetizioni, la digitalizzazione porta risultati positivi anche su questo fronte (a Milano ad esempio una lezione di canto o di greco può costare oltre 50 euro, e le ricevute sono rare).

Ed è sicuro parlare di argomenti, a volte anche personali, in una videochat? In questo caso si, perché la privacy è protetta da un protocollo a 256 bit (inviolabile anche da chi gestisce il sito): la videochat ha inoltre una qualità del segnale audio/video molto migliore di quanto siamo abituati a vedere perché la trasmissione non viene erogata su piattaforme gratuite, ma è invece gestita da un partner internazionale (Tokbox) per assicurare la massima qualità possibile per ogni connettività e la totale sicurezza.

E funziona davvero? HUKNOW ha aperto il 3 febbraio, quindi è presto per qualsiasi valutazione, ma intanto ci sono già quasi 10.000 esperti (disponibili quando online) e sono già state effettuate le primissime consulenze, tutte con esito positivo. Nel piano di sviluppo è inoltre prevista la messa online di un’Agenda (per ricevere prenotazioni prepagate), di Profili dedicati ai minorenni e alle aziende e altri strumenti di business: nel mese di marzo saranno infine resi pubblici i dati di efficienza “ambientale”, perché ogni volta che avviene una consulenza online qualcuno ha risparmiato anche chilometri e benzina, con un importante vantaggio in termini di inquinamento e di spreco delle risorse.

Ma tecnologicamente che cos’è HUKNOW? Non è un caso che questo progetto sia il primo al mondo nel suo genere, e che abbia richiesto quasi due anni di progettazione e sviluppo: per realizzare la piattaforma è stato infatti necessario collegare software diversi, tra cui un motore di ricerca interno, una videochat protetta, un “frontend” (la parte del sito visibile al pubblico) disegnato su misura, un metodo di pagamento sicuro e facile (con fatturazione digitale immediata), e anche l’accredito immediato all’esperto. Per le transazioni c’è Stripe, un colosso del web online già partner di giganti come Amazon, Google e Spotify, per citarne alcuni: il pubblico paga perciò con i normali circuiti (carte di credito, Google Pay, Apple Pay ecc) e, al termine della consulenza, l’esperto riceve immediatamente i suoi soldi (il sito trattiene il 15%, una percentuale diffusa nelle fee dei servizi del mondo web).

A supporto del progetto, importanti partner come Spike (azienda alle frontiere della tecnologia che tiene online colossi come Subito.it e Infojobs) per la programmazione e PDR (una delle più importanti agenzie Google nazionali) per il web marketing.

Un’idea tutta italiana che riconsidera il modo di incontrare consulenti, specialisti e insegnanti, e che apre un nuovo mondo di opportunità lavorative, persino in mobilità. L’idea piace, e lo dimostrano il successo delle pagine social ma soprattutto la raccolta fondi: la startup innovativa, che nel 2019 ha lanciato un crowdfunding sulla piattaforma dedicata Opstart, ha infatti facilmente raggiunto il tetto di 200.000 euro, dovendo perciò rifiutare le ultime numerose adesioni (e infatti si parla già di secondo “round” di crowdfunding a breve).

Si chiude così (forse) l’epoca del “faidate” su internet, a volte persino pericoloso (come quando le persone si inventano medici specialisti) e si apre l’epoca della consulenza online: in un mondo che parla di smart working e di soluzioni a tutela dell’ambiente, un’idea davvero innovativa che può cambiare la vita di tante persone: per tutti noi, ogni volta che abbiamo bisogno di un parere affidabile e soprattutto immediato, e per tutti gli esperti in ogni campo e settore che finalmente possono rivolgersi a un pubblico nazionale (e non solo).

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione e d'opinione dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.