E se il candidato alla Casa Bianca fosse una donna ? Ecco come sarebbe

Secondo un recente sondaggio Gallup, il 90% degli americani voterebbe per una donna come presidente. Allora perché non c’è una donna alla Casa Bianca?  Semplice! Non abbiamo avuto il candidato giusto.

Per non lasciare nulla al caso Claire Friedman che  è una scrittrice nominata agli Emmy che ha vinto un Peabody Award per il suo lavoro in “Saturday Night Live”, ha provato a tracciarne un ritratto. Ecco che cosa è riuscita a fare.

Donna for president

La candidata ideale ha mani morbide e idratate. Sa come sparare con una pistola, ma non ha mai posseduto una pistola e non sa cosa sia una pistola. Sta diventando vegana, ma sostiene Arby nel suo impegno per le carni.

Non mangerebbe mai la sua insalata con un pettine, perché sa che gli unici usi accettabili e non legati ai capelli di un pettine sono graffiarsi la schiena e suonarlo come un kazoo. Non ha mai fatto un test del DNA, perché sa già che è al cento per cento da chi discende.

Ha il carisma di un ciarlatano ma l’integrità di Charlie di “Charlie and the Chocolate Factory”. È in grado di rimodellare radicalmente la società, ma moderatamente. È cresciuta in una fattoria nel mezzo di Central Park.

Suo nonno paterno è Ronald Reagan. Suo nonno materno è FDR Suo figlio è Keanu Reeves. L’altro figlio si è unito alla squadra dell’equipaggio della USC . Andò ad Harvard, ma controvoglia.

Ha un portafoglio diversificato con una buona resa annua del 18%, anche se investe solo in aziende che trasformano le tazze di polistirolo in scuole in Africa. Ha in programma di donare la sua eredità in beneficenza alla sua morte, che i medici dicono che non accadrà fino almeno al 2039. Il suo stipendio sarà solo il 10% in meno di quello che guadagnano gli uomini che lavorano per lei.

Promette di fare di un golden retriever il suo Veep. Si chiama Buddy e ha solo tre gambe, perché ne ha perso una a Nam. Il compagno è socialmente liberale ma fiscalmente conservatore.

Implementerà l’assistenza sanitaria universale ma finanzierà l’intero programma tenendo una vendita di prodotti da forno senza glutine. Le piace cucinare cene festive per la sua famiglia e cancellare la Corea del Nord con armi nucleari.

Quando riceve un avviso di aggiornamento di iPhone, lo installa immediatamente. Non pubblica mai schermate delle sue fortune con i biscotti della fortuna su Instagram, perché sa che a nessuno importa. Sopravvisse al Sooper Dooper Looper a Hershey Park.

Lei è Beyoncé.

Sa come cambiare una gomma, riparare una stampante 3D, lanciare un siluro e destreggiarsi tra saponette bagnate. È un boom, ma ha un grande senso dell’umorismo per la frase “OK, boom.”

Indossa scarpe sensate che sono calde. Sa fare una panca da due e cinquanta ma ha i muscoli magri di un istruttore Zumba. È alta sei piedi e larga un quarto di piede. I suoi seni sono grandi ma non osceni. La sua parte posteriore è succosa. L’unico sintomo del suo ciclo è che la rende magra. Brilla nel buio, ma in modo estremamente sano e non radioattivo.

Adora i bambini, anche quelli brutti, anche se non ha mai partecipato a una festa di rivelazione di genere.

Lei è tutto per tutti.

Sarebbe felice di essere il presidente, ma non è abbastanza ambiziosa per candidarsi a diventarlo ♦

Redazione

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.