Londra, trovata per caso la lettera “eretica” di Galileo Galilei

Salvatore Ricciardo, un ricercatore di Bergamo,  ha fatto la scoperta quasi per caso. Nella missiva, del 1613, Galileo Galilei cerca di spiegare le proprie posizioni alla Chiesa

Per due secoli e mezzo è rimasta nascosta in uno scaffale polveroso di una biblioteca universitaria di Londra custodendo la verità sul mondo e l’universo immaginato da Galileo Galilei. Ora, grazie a un ricercatore universitario bergamasco, la lettera originale nella quale Galileo Galilei mise in discussione la dottrina della Chiesa e affermò come non fosse il Sole a orbitare attorno alla Terra, è tornata a essere leggibile.

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione e d'opinione dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.