Halloween e i fantasmi, ecco dove trovarli davvero

Halloween e i fantasmi nei castelli  più spaventosi d’Europa

1 CASTEL PRESULE – FIÈ ALLO SCILIAR – BOLZANO – Dimora di Leonhard di Fiè Colonna, all’inizio del 1500, fu per cinque anni la sede dei processi alle donne accusate di stregoneria, che spesso si concludevano con una condanna al rogo. Le streghe si radunano numerose davanti al maniero, per ricordare le loro compagne.

2 CASTELLO DI BARDI – PARMA – Fu teatro di una tragica storia d’amore tra la bella Soleste, figlia del signore locale, e Moroello l’intrepido comandante della guarnigione. Al ritorno da una battaglia vittoriosa, Moroello fece alzare i vessilli nemici, per sfregio verso gli avversari sconfitti, ma Soleste vedendo le insegne si convinse della morte dell’amato e si gettò nel vuoto. Moroello, giunto al castello, si tolse a sua volta la vita. I loro fantasmi si aggirano ancora nel maniero.

3 CASTELLO DI MONTEBELLO – RIMINI – Qui si aggira lo spirito inquieto della piccola Azzurrina che a volte si manifesta in occasione dei temporali. E’ lo spettro di Guendalina Malatesta, scomparsa misteriosamente all’età di otto anni. La bambina era albina e all’epoche le persone di pelle e capelli chiarissimi erano ritenute schiave del demonio e condannate al rogo. La madre, per salvarla, le tingeva i capelli, ma il colore non rimaneva, lasciando azzurra la chioma della bambina. Azzurrina il 21 giugno dell’anno 1375 scomparve nei sotterranei del castello e il suo corpo non fu mai trovato.

4 CASTELLO DI BRISSAC – VALLE DELLA LOIRA – FRANCIA – E’ un elegante edificio, del XVI secolo, dotato di ben 204 stanze. Appartenne a una coppia nobile, Jacques e Charlotte: la castellana fu uccisa dal marito, traditore e fedifrago: si dice il suo fantasma, chiamato Dama in Verde, vaghi senza pace negli appartamenti assetata di vendetta.

5 CASTELLO DI PIDHIRTSI – UCRAINA – Costruito come dimora residenziale alla metà dei Seicento nei pressi dell’omonimo villaggio, il castello ebbe vari proprietari e durante e dopo la seconda guerra mondiale, fu brutalmente saccheggiato, diventando teatro di molteplici atti violenti. Il suo aspetto spettrale contribuisce ad alimentare le voci secondo cui inquietanti presente si aggirino in questi luoghi.

6 CASTELLO DI FRANKENSTEIN – DARMSTADT – GERMANIA – Non è una invenzione letteraria, ma esiste realmente. Si trova in Germania, preso la città di Darmstadt; costruito nel XIII secolo, domina la città e si pensa che possa aver ispirato Mary Shelley quando scrisse il suo romanzo gotico “Frankenstein” nel 1918.

7 CASTELLO DI BRAN – TRANSILVANIA – ROMANIA – E’ conosciuto come Castello di Dracula. Si trova nel cuore della Transilvania, arroccato su una parete rocciosa all’interno di una stretta gola a pochi chilometri dalla città di Brasov. L’edificio ha ispirato la descrizione del castello di Dracula nel romanzo di Bram Stoker, anche se non si tratta del maniero appartenuto storicamente al principe Vlad III di Valacchia.

8 GLAMIS CASTLE – STRATHMORE – SCOZIA – E’ una delle dimore più infestate di Scozia. Luogo di nascita della principessa Margaret, sorella della regina Elisabetta II, il maniero è legato alla leggenda del “mostro di Glamis”, un ragazzo deforme, tenuto prigioniero nella rocca a causa delle sue malformazioni e murato vivo in una stanza segreta.

9 CASTELLO DI EDIMBURGO – SCOZIA – E’ abitato da numerosi spettri, per lo più antichi servi del castello, tra cui un celebre suonatore di tamburo senza testa. Uno di questi spiriti, vestito con abiti elisabettiani, è stato addirittura fotografato nel maggio del 2008 con una comune macchina digitale:

10 CASTELLO DI AKERSHUS, OSLO – La fortezza è stata usata come prigione e in seguito dai nazisti come luogo per le esecuzioni. Con questo passato sanguinoso, il castello non può non essere infestato da spettri di ogni genere, tra cui un cane demoniaco: chi ha la sventura di avvistarlo è destinato a certa morte nel giro di pochi mesi.

FONTE

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione e d'opinione dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.