Gli immigrati sono diventati una piaga per il nostro Paese, ma la colpa è di Renzi e di Alfano che ci hanno svenduto.

Le accuse di Emma Bonino nei confronti di Matteo Renzi sono molto attendibili, Renzi e Alfano si sono resi disponibili in Europa a concentrare tutti gli sbarchi di immigrati  nel nostro Paese in cambio di più flessibilità sui fondi pubblici. Ecco che ora si spiegano tutti gli appelli all’accoglienza, gli inviti affinchè gli immigrati trovassero alloggio anche presso privati, gli accampamenti all’interno delle nostre Stazioni ferroviarie….

Gli altri Paesi europei al confine con il nostro hanno fatto muro, avranno pensato:’tanto gli italiani sono i soliti fessi, loro gli immigrati li vogliono tutti e noi chiudiamo le frontiere’. Dopo tre anni di questa porcheria e in prossimità delle nuove elezioni politiche ecco che Renzi si sveglia e dice quello che ha sempre detto Salvini, ovvero: gli immigrati vanno aiutati a casa loro, non possiamo accoglierli tutti, non paghiamo più l’Europa se non ci aiuta’.
Naturalmente gli Italiani ricordano e ricorderanno davanti alla scheda elettorale che cosa ha portato all’Italia il governo del PD, ha messo in ginocchio il paese, lo ha ridotto ad una casbah, ha tolto agli italiani ogni dignità, per non parlare della violenza nelle città che è a dir poco raddoppiata.

Per quanto riguarda la questione economica, non si può certo sottacere il ruolo svolto dal governo Monti: Enrico Giovannini, ex ministro del Lavoro di quel governo, Ospite a SkyTg24, commenta le misure adottate dall’esecutivo Gentiloni sul reddito di inclusione, e spiega: “C’è una grossa differenza tra ciò che avevamo immaginato e quello che si dice sarà il reddito di inclusione, ovvero che nel nostro schema la famiglia e le persone venivano portate alla soglia di povertà“. Diciamo allora che l’obiettivo lo hanno centrato in pieno.

Le famiglie non sono alla soglia di povertà, l’hanno ampiamente superata, le piccole imprese hanno chiuso e i molti imprenditori si sono suicidati, si sono suicidati anche coloro che senza lavoro magari a 50 anni per via della legge Fornero, non percepivano più nulla.

Auguriamoci tutti che il momento del voto politico sia prossimo, ma aspettiamoci ancora di tutto.

M.Valletti

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.