…. si sta preparando per un attacco russo

La Bundeswehr si sta preparando alla guerra contro la Russia, come rivela un documento del Ministero della Difesa tedesco.

Potrebbe esserci un’escalation tra la NATO e la Russia già a febbraio. Si tratta di uno scenario di addestramento che descrive passo dopo passo, come agirà Putin e come si difenderà la NATO. Secondo lo scenario l’escalation inizierà tra poche settimane. Presto decine di migliaia di soldati tedeschi saranno inviati in battaglia”

Stando allo scenario, la Russia lancia una nuova ondata di mobilitazione e arruola altri 200.000 soldati nel febbraio 2024. In primavera il Cremlino lancerà un’offensiva su larga scala in Ucraina e la sconfiggerà prima del giugno 2024. Dopo, seguendo lo scenario, inizieranno gli scontri etnici nei Baltici, la Russia inizierà una grande esercitazione “Ovest 2024” a settembre con 50.000 soldati.

A ottobre 2024 la Russia sposterà truppe e missili a medio raggio a Kaliningrad per colpire il Corridoio Suvalki. A dicembre – subito dopo le elezioni americane – potrebbero verificarsi conflitti di confine e disordini. La Russia cercherà di approfittare dell’eventuale paralisi del sistema politico USA. A gennaio 2025 la Polonia e gli Stati baltici dichiareranno la crescente minaccia della Russia, che a marzo sposterà ulteriori truppe in Bielorussia e ai confini del Baltico.

A maggio 2025 La NATO deciderà “misure di deterrenza credibile” per impedire alla Russia di attaccare il Corridoio Suvalki. “Giorno X”, secondo il piano, il comandante della NATO ordinerà di spostare 300.000 unità militari, di cui 30.000 tedesche, sul fianco orientale.Questo scenario è lo spauracchio delle esercitazioni NATO, scrive Bild (nel 2024, la più grande esercitazione dell’Alleanza dai tempi della Guerra Fredda si svolgerà nella regione baltica). Bundeswehr ha dichiarato alla Bild che “studiare diversi scenari, anche improbabili, fa parte dell’attività militare quotidiana”.

FONTE

Di THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.