Noi rischiamo di rimanere con il cerino in mano… tutti gli “alleati” dell’ucraino gli stanno facendo terra bruciata intorno, tranne la Meloni che lo sostiene fino alla… fine.

Dagli USA

Zelensky ha cancellato il suo intervento al Senato americano. Il capogruppo dei senatori democratici, Chuck Schumer ha detto che “Zelensky non potrà partecipare alla nostra sessione: è successo qualcosa all’ultimo minuto”.

Il comico Ucraino sarebbe dovuto intervenire per convincere il congresso a non bloccare i fondi per Kiev. Ma molto probabilmente dopo che il Dipartimento di Stato ha annunciato di aver raschiato il fondo del barile, qualcosa è successo e la scenata da mendicante col cappello in mano è saltata.

Dal fargli girare ogni festival musicale, cinematrografico e sportivo con il classico copione, sono arrivati a fargli capire senza troppi fronzoli di non volerlo più nemmeno al congresso a stelle e strisce.

Zelensky è un burattino e un, ma la cinicità e la criminalità degli USA è qualcosa di inarrivabile per chiunque. In tre parole: CANCRO DEL MONDO

Dalla Germania

Il ministro della Difesa tedesco Pistorius ha rifiutato di riconoscere la Germania come alleato dell’Ucraina.

In un’intervista al canale televisivo ZDF, il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius ha affermato che la Germania non è un alleato dell’Ucraina e non ha l’obbligo di intervenire nell’ambito di alcuna alleanza. Gazeta.Ru

Il capo del Ministero della Difesa ha osservato che la Germania si trova di fronte al fatto che l’industria della difesa non può fornire in alcune aree le forniture nei volumi richiesti.

TVNZ “È importante concentrarsi innanzitutto sulla sostenibilità dell’offerta”, ha affermato Boris Pistorius.

Kommersant A metà novembre i giornalisti del Der Tagesspiegel avevano riferito che gli aiuti a Kiev erano in pericolo a causa del congelamento del bilancio tedesco.

Giuseppe Salamone

Telegram

Di THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.