Di Maio attacca i 5 Stelle e lascia il partito

Si collocherà al “centro” la nuova formazione politica nata per iniziativa del ministro Di Maio che abbandona i 5 stelle dopo esserne stato il leader.

Dimentica Di Maio ciò che il Movimento ha fatto per lui e in una apoteosi di populismo, lo sconfessa completamente e sconfessa tutti gli elettori che lo avevano incoronato primo partito quattro anni or sono.

Il Ministro degli Esteri ha imparato rapidamente l’opportunismo e la slealtà propria della classe politica attuale, in realtà correttezza vorrebbe che lui si dimettesse da Ministro, ma evidentemente ha il consenso del Presidente Mattarella e resterà al suo posto come se nulla fosse.

Nei prossimi giorni vedremo se la mossa di Di Maio sarà in qualche modo ricompensata.

Manuela Valletti

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.