Monte Generoso: primo colpo di piccone allo storico Bellavista

Capolago, 15 dicembre 2021

Stamattina, mercoledì 15 dicembre alle ore 11.00, alla stazione di Bellavista sul Monte Generoso a 1223 metri, ha avuto luogo la cerimonia del ‘Primo colpo di piccone’ dell’inizio dei lavori di ristrutturazione del suo storico Buffet.

La stazione Bellavista da oltre 130 anni è con San Nicolao una delle stazioni intermedie della cremagliera che da Capolago porta alla Vetta. Con la costruzione della ferrovia nel 1890 a Bellavista, oltre alla stazione, fu inaugurato anche il ‘Cafè Bellavista’ per permettere ai clienti del Grand Hotel Bellavista Monte Generoso e agli escursionisti diretti alla Vetta di ristorarsi ed ammirare il panorama mozzafiato sulle catene alpine e sul Lago di Lugano.

Chiuso dal 2013, durante la costruzione del Fiore di pietra in vetta, il Buffet Bellavista riaprirà a settembre 2022, dopo 8 mesi circa di lavori ed un investimento di 1 milione di franchi a carico del Percento culturale Migros, che dal 1941 supporta la Ferrovia Monte Generoso. Somma che va ad aggiungersi ai 50 milioni di franchi già investiti con la costruzione del Fiore di pietra, inaugurato nel 2017 e il risanamento della sovrastruttura ferrovia (2019-2023).

“Non vedevamo l’ora, dopo il risanamento della stazione di Bellavista, di far rivivere anche il suo Buffet, una struttura storica a cui sono legati tanti ed emozionanti ricordi dei momò e dei ticinesi, fedelissimi al Monte Generoso,” racconta Monica Besomi, Head of Sales & Marketing della Ferrovia Monte Generoso. “C’è inoltre, la volontà di ripristinare un luogo di ristoro ideale e confortevole per gli escursionisti, che a piedi o in bicicletta, in famiglia o in piccoli gruppi di amici, decidono di trascorrere una giornata all’aria aperta, circondati dalla natura suggestiva del bosco e dalla vista spettacolare”.

La strategia della Ferrovia Monte Generoso prevede di mantenere l’edificio con le sue caratteristiche di forma e di qualità dei materiali originari e all’insegna della sostenibilità ambientale ed economica, in linea con la sua visione aziendale. Fornitori, progettisti e tecnici sono del Mendrisiotto, infatti, la maggior parte di loro è nata e vissuta all’ombra del Monte Generoso e i materiali, come per esempio, il legno di castagno usato per gli interni e per la struttura, proviene dai boschi della regione.

Il team di professionisti, a cui la Ferrovia Monte Generoso ha affidato il recupero del Buffet Bellavista, è formato da Luigi Brenni, ingegnere strutturista di Mendrisio, da Désirée Rusconi, architetto di Mendrisio e dallo studio Gaffurini Pagani Tresoldi architetti di Balerna.

“Ritengo lodevole l’intenzione della FMG di voler mantenere la struttura lignea risalente alla fine ‘800 con l’aspetto esterno attuale”, spiega l’Ing. Luigi Brenni, “anche se questa scelta impone interventi strutturali localizzati e l’inserimento di elementi in acciaio in simbiosi con quelli esistenti in legno per accrescere stabilità all’edificio. Sarà splendido, per chi come me ha trascorso tutta la sua giovinezza su questa montagna, ripescare nella memoria i ricordi del silenzio che caratterizzava la Bellavista. Per non parlare della Buvette, oggi Buffet Bellavista, con la sua terrazza volta a sud e fonte di ricordi gastronomici indimenticabili”.

Il Buffet della stazione Bellavista sicuramente ha segnato la storia del Monte Generoso e della sua ferrovia, per questo motivo la ristrutturazione e la riapertura saranno accolte con entusiasmo. “Da casa riesco a godere della splendida vista sulla vetta del Monte Generoso e a sentire il fischio del trenino quando sta per entrare in galleria che mi riporta ai tempi delle gite scolastiche e ai pic-nic a Bellavista”, racconta l’Arch. Désirée Rusconi. “Sono certa che ridando decoro al Buffet e rinnovandone il fascino accogliente, si farà felici gli escursionisti occasionali ma soprattutto gli assidui frequentatori”.

L’interno, 160 mq su due piani, sarà semplice, funzionale ma soprattutto sostenibile. Una baita moderna fatta di materiali naturali, come il legno grezzo di castagno indigeno utilizzato in massello nella finitura più naturale possibile, unitamente all’acciaio che è il materiale principe della ferrovia. “Anche per gli interni puntiamo ad un restauro conservativo che si ferma alla stratigrafia attuale,” sottolinea Michela Pagani, architetto d’interni dello studio GPT architetti di Balerna, “evidenziandone la semplicità consona al contesto del territorio. Mentre moderni ed efficienti saranno gli impianti e le attrezzature volti al risparmio energetico. L’intera struttura sarà riscaldata da due stufe a pellet ed un grande camino a legna, bello, funzionale e con rifornimento a km zero”.

All’inaugurazione del nuovo Buffett Bellavista, prevista a settembre 2022, ci sarà una grande festa a cui saranno invitati tutti coloro che, in occasione del 130esimo anniversario della cremagliera e durante le fasi dei lavori di ristrutturazione del binario, hanno dimostrato attaccamento e fedeltà alla ferrovia, al Fiore di pietra e al Monte Generoso, acquistando virtualmente i pali disseminati lungo i 9 chilometri dell’unica cremagliera del Ticino.
Per chi fosse interessato, la vendita virtuale dei pali è ancora attiva ed è un’ottima idea regalo per Natale: www.montegeneroso.ch/130-anni

“La riapertura del Buffet Bellavista è un ulteriore passo verso una sempre più probabile estensione di stagionalità della Ferrovia Monte Generoso”, conclude Monica Besomi, “ancor prima di aver completato l’ultima fase dei lavori del binario, qui si potranno organizzare eventi privati e aziendali, anche durante la pausa invernale”.

fonte

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.