Le banche comandano il mondo, il resto è una sit-con

BANKS RULE THE WORLD, THE REST IS A SIT-COM”!

Andrea Cecchi

Tutto quello che esiste ha un corrispettivo valore espresso in unità di misura monetaria. Le banche, in regime di monopolio, possono creare dal niente una quantità infinita di questa moneta e con essa, comprarci tutto, e….

!! LO STANNO FACENDO !!

..stampando denaro con il turbo compressore, al ritmo di migliaia di miliardi, che sono distribuiti ai membri del “Club Oligarchico” attraverso il “Cantillon Effect”.

Con i miliardi si paga tutto e tutti e la gente corrotta fa qualsiasi cosa per i soldi.

Lo so che non è facile. Siamo in un momento in cui siamo inondati di notizie che si intrecciano ad un ritmo forsennato.

Ci sono argomenti molto più interessanti delle mie newsletter, tipo le rivolte, le manifestazioni, tutte le porcherie relative al siero, però ci tengo a ricordare che quello che alla fine ci deve preoccupare di più è riuscire a

Molti credono che sia in atto una strategia gestita da menti estremamente raffinate. Ad un certo livello della piramide di controllo, forse è veramente così, ma a livello terra terra, abbiamo a che fare con dei guitti di uno squallore indicibile.

Anche le strategie delle banche, una volta capito come funzionano, sono nient’altro che un affannato tentativo di rimediare alle loro malefatte con altre misure che invece di rimediare, non fanno altro che peggiorare la situazione. Spesso anche per vanità di chi deve decidere, un problema che potrebbe essere risolto in breve tempo, viene rimandato e amplificato e così, da piccolo diventa prima grande e poi sistemico; e alla fine esplode tragicamente.

Facciamo attenzione a questi passaggi che ci hanno apertamente detto che avverranno:

1)      Mattarella: ‘Il risparmio delle famiglie contribuirà alla ripartenza’ https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/10/21/acri-la-giornata-mondiale-del-risparmio-_3588d557-7c3d-4101-9436-d9af14f9a47b.html

2)      Euro digitale https://www.corriere.it/economia/finanza/21_ottobre_26/euro-digitale-ecco-perche-bce-deve-accelerare-english-version-technological-disruption-is-putting-central-banks-under-pressure-5613c85a-3564-11ec-8a40-b3e7f8c50c67.shtml

Cosa ci hanno detto?  Per me la risposta è inequivocabile.

Oltre che una minaccia non velata alla necessità di utilizzare i nostri risparmi per uno scopo astratto detto ripartenza, anche che questi nostri risparmi saranno oggetto di trasformazione in qualcosa di digitale e quindi impalpabile.

Stanno posizionando i paletti. Come potrebbe avvenire la trappola?

Al verificarsi di qualche evento catastrofico a carattere economico o semplicemente perché POSSONO FARLO, potrebbero essere annunciate delle limitazioni al prelevamento di contanti, accompagnate da un severo inasprimento delle commissioni della banca qualora i clienti desiderino ritirare banconote. A questo punto, tutti coloro che hanno un po’ di risparmi sul conto si precipiterebbero in banca a ritirare i contanti prima dell’entrata in vigore delle disposizioni. Una volta sicuri, con le proprie banconote, queste potrebbero essere dichiarate fuoricorso o non più utilizzabili e la gente si troverebbe con fogli di carta in mano senza valore.

Può veramente succedere una cosa del genere?

Non lo so esattamente. Però potrebbe. Visto quello che hanno fatto fino a ora impunemente, non ci sarebbe da meravigliarsi. No?

Recentemente sono state dichiarate fuoricorso le banconote da 1000 franchi svizzeri.

https://www.tio.ch/svizzera/attualita/1508151/banconote-serie-nazionale-banca-berna

 Chi le possedeva in quantità, magari in qualche cassetta di sicurezza all’estero, si è presto reso conto che forse avrebbe avuto più senso metterci dentro qualche numero di Topolino o Playboy.  

È vero, le banconote possono ancora essere versate in banca, ma a quel punto diventa denaro tracciato. Non sarà più possibile pagare qualcuno con una banconota fuoricorso perché questi non l’accetterà.

Concludo battendo sempre sullo stesso tasto. Ci ho scritto anche un libro. Sono un disco rotto, penserete. Vabbé, lo ripeto: in questo momento, visto l’attacco dichiarato al nostro risparmio, è opportuno valutare di convertire per tempo la carta straccia delle banche in ORO fisico.

In questo momento l’oro fisico è l’unica moneta che è completamente fuori dai computer. Qualsiasi cosa si trovi dentro internet appartiene a chi controlla la rete e ci sarà sempre qualcuno con degli strumenti informatici più potenti dei nostri. 

L’oro è la moneta della resistenza.

L’unico strumento di scambio riconosciuto universalmente che non può essere tracciato.

In un momento di dichiarata guerra contro il risparmio e la serenità del ceto medio. In un momento di imminente collasso finanziario. In un momento di cambio di paradigma economico. In un momento di fine dell’attuale ciclo monetario. In un momento in cui è in pieno svolgimento il GRANDE RESET, è molto, molto, molto imprudente non avere dell’oro fisico nella propria disponibilità.

ANDREA CECCHI

Andrea Cecchi, classe 1969, lavora come operatore finanziario dal 1990 con vari incarichi in tutta Italia. Ex ufficiale dell’Aeronautica Militare, controllore della difesa aerea presso le basi di Lampedusa e Marsala. Presidente dell’Associazione Italia – Bahamas si dedica ad onorevoli attività filantropiche e di scambio culturale. La ricerca economica è la sua passione personale, insieme alla pesca, la scultura lignea, la musica, la lettura e l’attività fisica. Recentemente ha partecipato alla produzione di un’importante pubblicazione dal titolo “Operazione Corona, colpo di stato globale” a cura di Nicola Bizzi e Matteo Martini, edita da Aurora Boreale.

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.