La novità delle elezioni: Italexit a Roma ha preso il 4%

Paragone c’è l’ha fatta, ignorato da tutti i media e dalla carta stampata è riuscito ad ottenere nelle suppletive di Roma un 4% pieno e ha preso circa il 3% in tutte le città dove il partito si è candidato, anche a Milano, dove improvvisamente il 3% è diventato il 2,99 e dove è già stato richiesto il riconteggio dei voti.

Il PD invece ha avuto una “ grande vittoria” … se consideriamo che si devono tenere ancora i ballottaggi forse hanno venduto la pelle dell’orso prima di averlo catturato. Letta invece può giustamente vantare la sua di vittoria, ma ci fermiamo, almeno per ora.

Il caso Milano è emblematico e ci fa pensare che si sia verificata una sorta di spartizione delle città come è accaduto per gli incarichi di governo …,Il centro destra ha fatto di tutto per non vincere e non ha vinto.

Ed infine due parole sui 5 Stelle… le Bambine di Conte dove si sono nascoste? Il partito è crollato. A Napoli è riapparso con il PD per eleggere il Sindaco, ma il capitolo è chiuso.

Gli italiani hanno capito che i partiti sono funzionali a loro stessi e non alle istanze del popolo e la disaffezione al voto dimostra proprio questo.

Il successo di Italexit (ovviamente parziale, anche se vorremmo ricordare che Renzi vanta un 1,5%) è solo l’inizio di un cammino, di un cambiamento radicale che dovrebbe portare l’Italia fuori dall’Europa in un momento in cui l’Europa pare non avere ben chiara la strada da percorrere.

Manuela Valletti

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.