Secondo I Dati Del Public Health England I Vaccini Covid-19 Aumentano Il Rischio Di Morte Per Covid Sotto I 50 Anni Fino Al 177,5%

di redazione

I dati ufficiali mostrano che il rischio di morte a causa di Covid-19 variava da minuscolo a trascurabile per gli under 50 prima della disponibilità di un’iniezione di Covid-19. Ciò rende estremamente preoccupanti gli ultimi dati del Public Health England sul Covid-19, perché mostrano che il rischio di morte per le persone di età inferiore ai 50 anni a causa del Covid-19 aumenta se sono state completamente vaccinate.

Public Health England ha pubblicato periodicamente un rapporto sulle “varianti” (Vedi approfondimenti sotto per sapere cosa pensiamo delle cosiddette varianti) di Covid-19 nel Regno Unito e il loro ultimo rapporto è stato pubblicato il 6 agosto che copre dati su casi, ricoveri e decessi dovuti alla variante Delta Covid-19 del dal 1 febbraio al 2 agosto 2021.

Approfondimenti:
– CDC AMMETTE DI NON AVERE TEST CAPACI DI IDENTIFICARE LE “VARIANTI”.
– LA FARSA DELLE VARIANTI E LA LOTTA DURA CONTRO LA RIAPERTURA
– LE TERRIFICANTI VARIANTI DEL COVID-19!!! Il più mortale scherzo mai fatto alla razza umana
– LE RIDICOLE VARIANTI DEL SARS-COV2
– QUINDI LA COLPA SAREBBE DELLE VARIANTI? STATE MENTENDO!

La tabella 5 del rapporto mostra che in questo lasso di tempo ci sono stati 147.612 casi presunti confermati della variante Delta Covid-19 nel gruppo non vaccinato di meno di 50 anni e 25.536 casi confermati della variante Delta nel gruppo completamente vaccinato di meno di 50 anni.

Il rapporto mostra anche che nello stesso lasso di tempo 2.290 persone non vaccinate di età inferiore ai 50 anni si sono presentate alle cure di emergenza con conseguente ricovero notturno, mentre 224 persone di età inferiore ai 50 completamente vaccinate si sono presentate alle cure di emergenza con conseguente ricovero notturno dei pazienti. Tuttavia, questi dati includono le persone che hanno avuto un campione positivo al Covid-19 prelevato al momento del ricovero in ospedale.

Il rapporto di PHE mostra anche che 48 persone non vaccinate di età inferiore ai 50 anni sarebbero morte a causa di Covid-19 dal 1 febbraio al 2 agosto 2021, mentre 13 persone di età inferiore ai 50 completamente vaccinate sarebbero morte a causa di Covid-19. nello stesso arco di tempo.

A prima vista questi numeri possono far credere che le iniezioni di Covid-19 stiano funzionando, ma quando si analizza il numero dei decessi rispetto al numero dei ricoveri e dei casi in ciascun gruppo raccontano una storia completamente diversa.

Su 147.612 presunti casi confermati della variante Delta Covid-19 nel gruppo non vaccinato di persone sotto i 50 anni, ci sono stati 48 decessi. Ciò equivale allo 0,03% di tutti i casi tra i non vaccinati sotto i 50 anni con conseguente morte.

Tuttavia, su 25.536 casi confermati della variante Delta nel gruppo completamente vaccinato di persone sotto i 50 anni, ci sono stati 13 decessi. Ciò equivale allo 0,05% di tutti i casi nelle persone sotto i 50 anni completamente vaccinate con conseguente morte.

Ciò significa che il rischio relativo di morte a causa di Covid-19, se di età inferiore ai 50 anni, completamente vaccinato e quindi infetto da Covid-19, aumenta del 66,66%. Non il 95% rivendicato dai produttori di vaccini Covid-19, dal governo e dagli scienziati che impiega. Ma il rischio di morte è in realtà anche peggiore per chi è così sfortunato da finire in ospedale.

Su 2.290 persone non vaccinate di età inferiore ai 50 anni che si sono presentate alle cure di emergenza con conseguente ricovero notturno, ci sono stati 48 decessi. Ciò equivale al 2,09% di tutti i ricoveri nei non vaccinati sotto i 50 anni con conseguente morte.

Tuttavia, su 224 persone di età inferiore ai 50 anni completamente vaccinate che si sono presentate alle cure di emergenza con conseguente ricovero notturno dei pazienti, sono stati 13 i decessi. Ciò equivaleva al 5,8% di tutti i ricoveri nei soggetti sotto i 50 completamente vaccinati con conseguente morte.

Ciò significa che il rischio relativo di morte per Covid-19, se al di sotto dei 50 anni, completamente vaccinato, e poi ricoverato in ospedale con Covid-19 aumenta del 177,5%.

Alcuni di voi potrebbero obiettare che il fatto che i ricoveri includano coloro che hanno un campione positivo prelevato dopo essere stati ricoverati in ospedale, rende i dati inattendibili. Fortunatamente, Public Health England ci fornisce anche i dati sui ricoveri ospedalieri che escludono coloro che non erano risultati positivi prima del ricovero in ospedale.

Su 1.443 persone non vaccinate di età inferiore ai 50 anni che si sono presentate alle cure di emergenza con conseguente ricovero notturno, ci sono stati 48 decessi. Ciò equivale al 3,3% di tutti i ricoveri nei non vaccinati sotto i 50 anni con conseguente morte.

Tuttavia, su 153 persone di età inferiore ai 50 anni completamente vaccinate che si sono presentate alle cure di emergenza con conseguente ricovero notturno dei pazienti, sono stati 13 i decessi. Ciò equivaleva all’8,5% di tutti i ricoveri nei pazienti sotto i 50 anni completamente vaccinati con conseguente morte.

Ciò significa che il rischio relativo di morte per Covid-19, se al di sotto dei 50 anni, completamente vaccinato, e poi ricoverato in ospedale con Covid-19 aumenta del 157,5%.

In qualunque modo la si guardi, i dati mostrano che le iniezioni di Covid-19 stanno aumentando il rischio di morte a causa di Covid-19 nelle persone sotto i 50 anni di una quantità significativa.

FONTE

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.