Post Covid: il rapporto della Nazioni Unite avverte sull’arrivo di un caldo assassino

ondata di caldo cambiamento climatico riscaldamento globale

La notizia

Un rapporto delle Nazioni Unite avverte che un mondo post-coronavirus potrebbe presentare mega ondate di calore in grado di uccidere milioni di persone.

Secondo una bozza di rapporto delle Nazioni Unite, una volta che la pandemia di coronavirus sarà finalmente finita, il caldo inesorabile potrebbe devastare vaste aree del pianeta.

Il rapporto afferma che il caldo ucciderebbe milioni di persone che non hanno mezzi per sfuggire a un evento di cambiamento climatico così massiccio.

Breitbart riferisce: Le cupe notizie sul clima sono contenute in una bozza di rapporto delle Nazioni Unite che prevede terribili conseguenze per miliardi se “il riscaldamento globale continua incontrollato”, aggiornando i precedenti modelli climatici che suggerivano che ci sarebbe voluto quasi un altro secolo di inquinamento da carbonio senza sosta per generare ondate di calore che superano l’assoluto limite della sopportazione umana.

Secondo uno studio di 4.000 pagine dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), come visto da AFP prima della sua uscita prevista nel febbraio 2022, si prevede che ora ondate di caldo killer senza precedenti saranno all’orizzonte.

L’AFP riferisce che il lavoro del comitato consultivo per le scienze del clima delle Nazioni Unite dipinge un quadro spaventoso – e mortale – per un pianeta in fase di riscaldamento, fornendo un’altra serie di avvertimenti da aggiungere a quelli precedenti.

All’inizio di quest’anno John Kerry, che il presidente Joe Biden ha nominato inviato presidenziale speciale degli Stati Uniti per il clima, ha dichiarato in un’intervista alla BBC che rimangono solo nove anni per salvare il pianeta dalla distruzione, come riportato da Breitbart News .

Le considerazioni di Cesare Sacchetti che condividiamo
Le Nazioni Unite hanno rilasciato un rapporto nel quale si prevede che dopo il Covid, ci saranno delle ondate di calore così devastanti in grado di uccidere miliardi di persone. Questo appare essere un buon segno. L’operazione terroristica del coronavirus non è riuscita a produrre il Grande Reset. Il mondialismo pertanto si è messo alla ricerca di un’altra falsa crisi per poter giungere al loro obbiettivo finale. Ci sono però due maggiori ostacoli per poter realizzare questo piano: il primo è il fattore tempo e il secondo è il fattore geopolitico. Le élite devono riuscire a fare tutto questo prima del ritorno di Trump e al tempo stesso devono avere il completo controllo di Russia, Stati Uniti e Cina. Al momento attuale, le élite non hanno nessuna delle condizioni necessarie per poter dare vita al governo globale al quale aspirano.
https://newspunch.com/move-over-covid-un-report-warns-of-severe-heatwaves-capable-of-killing-millions/

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.