La parabola discendente di Salvini

Caduta scale condominiali

Matteo Salvini oggi ha dato il meglio di se, davanti all’ordine del giorno di Giorgia Meloni che chiedeva le dimissioni del Ministro della Salute Speranza, ha esitato e alla fine si è accodato a Forza Italia e ha votato contro la sfiducia al ministro.

Una brevissima riflessione la voglio fare : ieri il senatore si era accalorato per chiedere una Commissione d’Inchiesta sull’operato di Speranza a carico del quale ci sono indagini in diverse procure della repubblica, in primis a Bergamo dove si è verificata una vera e propria strage per i protocolli sbagliati emanati dal Ministero della Salute, in assenza dell’aggiornamento di un piano pandemico.

La questione del piano pandemico non aggiornato è stata trattata brevemente in aula da Speranza che ha ricordato che nessuno aveva aggiornato il piano nei nove anni precedenti al suo avvento. Ebbene? Se tutti i precedenti ministri hanno sbagliato (cosa che nessuno nega) a maggior ragione ha sbagliato lui e in presenza di una pandemia e ha potenziato il suo errore mentendo spudoratamente.

Riguardo alla eventuale richiesta di una commissione di inchiesta, tutti sappiamo che è l’unico modo per insabbiare le questioni, in Italia i politici sono maestri nel creare le commissioni d’inchiesta, poi tutto finisce in una bolla di sapone. Confidiamo invece nella Procura di Bergamo e nelle molteplici denunce presentate in diverse Procure italiane per garantire giustizia ai tanti morti per incuria e non per il Covid.

Salvini ha deluso la sua gente, il voler essere parte del governo e nello stesso tempo dell’opposizione per non lasciare libero il campo a Giorgia Meloni, è un gioco squallido che gli italiani, in grande difficoltà economiche, non si meritano. Matteo Salvini, nel suo delirio di onnipotenza, non ha compreso che l’aver accettato di essere parte del Governo Draghi è il primo gradino di una scala in discesa. L’unico modo che Mattarella, Draghi e Berlusconi hanno per metterlo fuori gioco.

La caduta di Salvini darà vantaggio certo alla Meloni, ma non sarà così automatico che un centro destra vincente a guida Meloni, possa andare al governo del Paese, dipenderà anche dal nuovo Presidente della Repubblica che potrebbe essere Prodi (colui che ci ha regalalo l’Euro).

Ipotesi probabile per il futuro governo? PD, 5Stelle e Forza Italia potrebbero creare un Polo Liberale (i comunisti si estingueranno) in alternativa ad un Centro Destra a guida Fratelli d’Italia, ma questa potrebbe essere fantapolitica (per ora).

Manuela Valletti

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.