“The Crown 5”: che cosa cambia dopo la morte del Principe Filippo

A luglio le riprese della nuova stagione della serie Netflix sui Windsor: tutto ruoterà intorno al divorzio tra Carlo e Diana. Cast rivoluzionato
Jonathan Pryce sarà il principe Filippo

Sarà Jonathan Pryce a interpretare il principe Filippo d’Edimburgo, il marito della regina Elisabetta morto il 9 aprile a 99 anni, nella quinta stagione della serie Tv di Netflix “The Crown“, che dovrebbe anche essere la penultima della fortunata serie che racconta le vite dei Windsor. Pryce prenderà il posto di Tobias Menzies. Nella quarta stagione venne evidenziato il rapporto conflittuale di Filippo con il figlio Carlo e, soprattutto, con la nuora Diana di cui fu dapprima grande sponsor e poi inflessibile critico.

La produzione della quinta stagione, ha anticipato Variety,  prenderà il via a luglio e vedrà una rivoluzione nel cast (in questi anni premiatissimo sempre, dai Golden Globes agli Emmy ai Sag Awards) con l’avanzare dell’età dei personaggi principali. Detto della staffetta Menzies-Pryce, sarà Imelda Staunton a raccogliere il testimone della celebratissima Olivia Colman nel ruolo dell’immarcescibile sovrana britannica, mentre Elizabeth Debicki sarà Diana, che nella quarta stagione ha avuto il volto di Emma Corrin. Dominc West sarà il principe Carlo, Lesley Manville la principessa Margaret, al posto di Helena Bonham-

La nuova serie, che dovrebbe andare in onda nel 2022, partirà da dove è finita la prima, ovvero gli scricchiolii del matrimonio tra Carlo e Diana e proprio sul divorzio reale e sull’impatto che ha avuto sulle vicissitudini della Royal Family si incentrerà l’intera stagione. Non è ancora chiaro se si arriverà fino alla morte di lady Diana nel tragico e oscuro incidente sotto il Pont de l’Alma a Parigi, ma è più probabile che questo compaia nella stagione conslusiva.

La troupe inizierà a lavorare agli Esltree Studios a Nord di Londra, seguendo i protocolli anti Covid. Ma visto il successo fin qui della campagna di vaccinazione nel Regno Unito, la speranza è che i lacciuoli delle restrizioni saranno allentati per luglio.  “The Crown” ha debvuttato nel 2016, inziando a raccontare la storia di Elisabetta a partire dagli Anni 40, quando la futura regina era ancora nella fase di “apprendistato”. La serie si concluderà raccontando i primi Anni 2000, il che significa che non si dovrebbe arrivare alle nozze di Harry e Meghan e al successivo scompiglio, ancora in corso dopo la scelta della coppia di lasciare gli impegni ufficilai e la vita di Buckingham Palace e l’intervista esplosiva rilasciata a Oprah Winfrey (con tanto di accusa di razzismo), sulle vicende reali britanniche.

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.