Noi siamo la pecora nera

Lungi da me il desiderio di ritornare sui fatti di questi giorni, credo che li conosciate benissimo, faccio solamente una riflessione sulla qualità dell’informazione italiana e sulla politica che la pilota, come un pastore guida le pecore…

Un carabiniere viene ucciso, ma il fatto principale sono i metodi dell’interrogatorio dell’assassino, un parlamentare di sinistra arriva anche ad andarlo a trovare in carcere.

L’estate italiana ci “regala” l’orrore dei bambini di Bibbiano tutto made in PD, ma per questo fatto, che ritengo sia solo un antipasto di quello che scopriremo, TV e giornali scelgono la via del silenzio.

Per non farci mancare nulla, Salvini, il bersaglio preferito di TV, Giornali e naturalmente sinistra, ha la brillante idea di mostrare suo figlio sulla moto d’acqua della polizia, una stupidaggine che di sicuro era meglio non fare, ma nulla in confronto degli altri due fatti. Ebbene questa sarà la vera notizia dell’estate, TV e giornali bene allineati e coperti fanno a gara a fare lo scoop.

Noi la finiamo subito, ma pensiamo che il nostro Paese avrebbe bisogno di un giornalismo serio, di gente che faccia seriamente del giornalismo di inchiesta, e poi sarebbe necessario avere il senso della realtà e fare una scaletta nella diffusione delle notizie non per partigianeria, ma per rispetto di chi legge:

1- Carabiniere assassinato,

2-Bibbiano e i bimbi tolti ai genitori,

3- l’assassino bendato,

4- Salvini & son

Dopo aver fatto un po’ d’ordine direi che possiamo tornare alle nostre faccende, che ne dite?

Manuela Valletti

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.