SANITA’ LOMBARDA: sempre al fianco dei cittadini

L’Assessore al Welfare di Regione Lombardia, sempre al lavoro per i cittadini lombardi, comunica le ultime novità:

TAGLIO DEL TICKET Finalmente dal prossimo 1° luglio, grazie a un investimento di Regione Lombardia di 20 milioni di euro, 1,5 milioni di lombardi potranno usufruire del dimezzamento del ticket sanitario regionale. La cifra massima da versare passerà dunque da 30 a 15 euro. In attesa di poter eliminare definitivamente il ticket regionale, questi 20 milioni stanziati si aggiungono ai 70 che Regione Lombardia già sostiene per le esenzioni aggiuntive rispetto a quelle nazionali. Queste riguardano: i ragazzi fino a 14 anni e gli adulti in condizione di particolare fragilità, disoccupati e cassintegrati e gli over 65 anni con reddito fino a 38.500 euro, dal 2015 i cittadini con reddito familiare fiscale annuale non superiore a 18.000 euro, e loro familiari a carico.

 

103 MILIONI DI EURO li abbiamo destinati per l’edilizia sanitaria. Regione Lombardia prosegue quindi anche in questa nuova legislatura il potenziamento delle sue strutture sanitarie nell’ottica della completa attuazione della riforma socio-sanitaria per migliorare la qualità di vita dei cittadini lombardi. Le risorse serviranno per interventi di ammodernamento delle apparecchiature tecnologiche, incremento dei livelli di sicurezza e comfort delle strutture, e miglioramento dell’offerta sanitaria sul territorio.

 

6,4 MILIONI PER SPECIALIZZANDI Con un impegno di 6,4 milioni di euro, infine, Regione Lombardia coprirà le carenze nazionali per la formazione degli specializzandi in Medicina aggiungendo 55 contratti a quelli che il Ministero destina alla Lombardia. L’obiettivo è continuare a garantire i servizi sanitari in determinati ambiti spesso carenti di specialisti quali la medicina d’emergenza-urgenza, la pediatria, la ginecologia e l’ostetricia, la medicina interna, l’anestesia e la rianimazione.

SCREENING GRATUITI ALLE TERME Per tutto il mese di giugno, ogni venerdì e martedì, otto aziende termali accreditate con il sistema sanitario regionale offriranno screening gratuiti per valutare tempestivamente eventuali cali dell’udito in età pediatrica e formulare una diagnosi precoce di patologie legate all’apparato respiratorio in adulti tra i 55 e i 65 anni. Gli esami offerti saranno l’esame audiometrico per i bambini tra i 5 e i 15 anni e la spirometria per gli adulti tra i 55 e 65 anni. Entrambi gli esami, una volta effettuati, saranno poi refertati da un Medico Specialista della struttura che, in caso di problematiche significative, inviterà l’assistito a portare la documentazione al proprio medico di famiglia perché valuti l’opportunità di effettuare eventuali approfondimenti. Le strutture che hanno aderito sono: Centro Termale Airone (Sacca/MN), Terme di Boario (Darfo Boario Terme/BS), Terme di Miradolo (Miradolo/Pv), Terme President (Salice Terme/ PV), Terme di Rivanazzano (Rivanazzano/PV), Terme di Sirmione (Sirmione/Bs), Terme di S. Omobono (S.Omobono/BG), Terme di Trescore (Trescore Balneario/BG).

 FONTE

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione e d'opinione dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.