Ed ora andiamo tutti a votare!

Finalmente dopo governi tecnici, governi di scopo, governi e governicchi, il popolo italiano è chiamato a votare. Domani 4 marzo si terranno le elezioni politiche e l’orario del voto non comprende la mattina del lunedì, come si è sempre fatto.

Non occorre che  vi tenga lezioni di politica, che critichi o che incensi questo o quel partito, ognuno voti quel che crede meglio per il bene della nazione. Cio che  vi voglio invece comunicare con forza è la necessità che tutti si vada a votare: non fatevi fermare dalla neve, offritevi di accompagnare ai seggi gli anziani, fatevi sommergere dal senso della patria, da quel senso di italianità che da tanto, troppo tempo, non aleggia più nel nostro paese.

Siamo europei è vero, ma prima siamo italiani, e come tali abbiamo il dovere e il diritto di scegliere chi crediamo sia in grado di  migliorare l’economia del nostro paese, la sua immagine internazionale e il suo prestigio.

Non parlerò di immigrazione, di lavoro, di pensioni troppo basse e di tasse troppo altre, di questo hanno già parlato tutti i partiti fino alla noia e senza darci alcuna certezza per il futuro, quello che invece è certo è che se non adremo a votare, ad esprimere il nostro parere, a dare le nostre indicazioni per il futuro, poi dovremo solo subire e tacere.

Se non andremo a votare saremo un nulla e il nulla non lo ascolta nessuno, il nulla, come sapete,  non esiste!

BUON VOTO A TUTTI!

Manuela Valletti

THEMILANER

foglio informativo dell'associazione e d'opinione dell'associazione Milano Metropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.