Canton Ticino:salari minimi fissati a 2.900 Euro e in Italia?

L’iniziativa sul salario minimo, accettata alle urne nel giugno del 2015 nel Canton Ticino, è stata quella che, insieme a “Prima i nostri”, ha movimentato maggiormente il panorama politico nel Cantone.

Dopo due anni il governo cantonale ha provveduto, a inizio novembre, a fissare i parametri della remunerazione al di sotto della quale non si potrà andare. La proposta di legge prevede una retribuzione tra i 18,75 e i 19,25 franchi all’ora a seconda del ramo professionale, che equivale a un salario mensile tra i 3’372 e i 3’462 franchi (circa, rispettivamente, 2’910 e 2’988 euro).

La misura, che era stata avanzata dai Verdi, mirava a prevenire fenomeni di dumping salariale e a scoraggiare l’afflusso di lavoratori frontalieri sul mercato del lavoro ticinese, che si trova esposto alla concorrenza lombarda.

Ma le cifre definite dal governo scontentano soprattutto i sindacati che le ritengono inadeguate. E sul fronte opposto sono numerosi gli imprenditori che criticano la regolamentazione di una materia che vorrebbero lasciare alla libera contrattazione.

E in Italia? Ad oggi nel nostro Paese sono operative solo le norme che stabiliscono un’indennità minima di partecipazione agli stage, che non è cosa di poco conto visto che molti stagisti hanno partecipato a stage a titolo completamente gratuito.

Come abbiamo detto in Italia non esiste un salario minimo, tuttavia ci sono i cosiddetti minimi sindacali fissati dai contratti collettivi. A quanto ammontano? Ecco cosa succede settore per settore.

Nell’ultima campagna elettorale è venuto fuori prepotentemente il termine «reddito minimo», chiamato erroneamente «reddito di cittadinanza» (noi ne abbiamo parlato QUI). L’Italia è tra i Paesi europei in cui il reddito minimo non esiste, ma non solo quello. Anche il salario minimo in Italia è un termine fantasma e il divario con l’Europa è forte.

tvsvizzera/spal con RSI (Falò dell’1.2.2018)

THEMILANER

foglio informativo indipendente dell'associazione MilanoMetropoli.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.